Guardia di Finanza di Ancona sequestra sigarette elettroniche pericolose

Continua l’attenzione delle Forze dell’ordine nei confronti della diffusione di sigarette elettroniche e relativi componenti privi delle necessarie attestazioni di sicurezza. Oggi i Finanzieri del Comando Provinciale di Ancona, nell’ambito di una specifica attività svolta in materia di sicurezza dei prodotti e tutela del consumatore, hanno sequestrato 448 articoli merceologici, fra sigarette elettroniche e relativi accessori, risultati privi dei dati identificativi del produttore e dell’importatore nonché di qualsivoglia indicazione in lingua italiana sulle caratteristiche dei materiali utilizzati, in violazione alle norme previste dal Codice del Consumo.

Come informano le Fiamme Gialle, “l’immissione in commercio di prodotti non conformi agli standard di sicurezza può costituire un pericolo per la salute del consumatore finale, specie in settori come questo nel quale si propongono strumenti alternativi alle forme di dipendenza dal fumo. Fenomeno che, come noto, sta prendendo piede anche con vendite in franchising di questi particolari prodotti”.

Con la diffusione delle sigarette elettroniche si stanno moltiplicando anche i sequestri di prodotti non conformi, di cui non è attestata la qualità e con etichette irregolari: basti ricordare il maxi sequestro di liquidi per sigarette elettroniche dello scorso venerdì, da parte del Nas di Torino, e le oltre 60 mila sigarette elettroniche sequestrate nei giorni scorsi dalle Fiamme Gialle di Gallarate.

Comments are closed.