Integratori alimentari vegetali, un documento condiviso sulle health claims

In attesa delle indicazioni salutistiche sugli integratori alimentari di origine vegetale, FederSalus, l’associazione di categoria che riunisce le principali aziende italiane operanti nel settore degli integratori alimentari, annuncia la definizione di un Documento di Consenso sulle Indicazioni Salutistiche (Health Claims) relative ai Botanicals.

Il documento, definito in collaborazione con le omologhe associazioni di Spagna (Afepadi), Francia (Synadiet), Belgio (Naredi), Portogallo (Apard) e Grecia (AFIM), si inserisce nell’ambito del Progetto BELFRIT (BEL-gio, FR-ancia, IT-alia): esperti del settore di Italia, Francia e Belgio s’incontrano oggi a Roma per discutere delle liste condivise delle sostanze vegetali ammesse nella produzione degli integratori alimentari definite

“Gli integratori a base vegetale sono ampiamente utilizzati nella Comunità Europea ed in particolare in Italia, ma sono ancora sottoposti alle diverse legislazioni nazionali.  FederSalus ed altre principali associazioni europee hanno condiviso la necessità di armonizzare la regolamentazione comunitaria a tutela dei consumatori e della libera circolazione dei prodotti tra gli Stati Membri – osserva Marco Fiorani, Presidente FederSalus – e quindi promuovono, coerentemente con l’orientamento normativo del Ministero della Salute italiano, il riconoscimento della tradizione d’uso degli integratori a base vegetale, così come già stabilito per i farmaci a base vegetale, a fronte di criteri condivisi di produzione a garanzia della qualità dei prodotti per il consumatore.”

Comments are closed.