Morte bimba Tor Vergata, Consumatori: “Conseguenza dei tagli alla sanità?”

Codacons e Federconsumatori intervengono sulla triste vicenda che qualche giorno fa ha visto una bimba di due anni perdere la vita al Policlinico Tor Vergata di Roma, in seguito ad un’operazione (probabilmente una tracheotomia). Il Codacons ha chiesto alla Procura di Roma di accertare eventuali legami tra l’episodio e i tagli alla sanità regionale disposti dal precedente presidente della Regione Lazio, Renata Polverini.

“In base alle prime risultanze delle indagini, il decesso potrebbe essere legato alla scelta di un catetere troppo grande che avrebbe reciso una vena – spiega il Presidente del Codacons Carlo Rienzi – Chiediamo alla Procura di accertare se tale circostanza, e più in generale l’errore o gli errori medici che emergeranno dall’inchiesta, possano essere riconducibili ai pesanti tagli nella sanità disposti di recente dall’ex Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini”. Il Codacons punta poi il dito sulle due inchieste aperte dal Policlinico e dalla Regione. “Entrambi i soggetti sono potenziali responsabili civili nella vicenda – afferma Rienzi – Ne consegue che le indagini da loro avviate appaiono in palese e grave conflitto di interessi rispetto all’inchiesta della magistratura, motivo per cui devono essere bloccate immediatamente”.

“Relativamente alla tragica vicenda avvenuta al Policlinico di Tor Vergata, chiediamo che la commissione di specialisti istituita per chiarire i fatti e accertare le responsabilità verifichi rapidamente gli eventuali errori e le responsabilità – commenta Federconsumatori – Si tratta, infatti, di una vicenda inaccettabile, che ha profondamente sconvolto l’opinione pubblica, accrescendo l’allarme per i rischi cui sono esposti i pazienti, anche nelle strutture considerate di qualità. Suscitano forte allarme e profondo sdegno le ipotesi, ripetutamente circolate, a proposito dell’assenza di un catetere pediatrico e del mancato monitoraggio  in reparto delle condizioni della piccola paziente dopo il “posizionamento del catetere venoso centrale”. Eventi avversi, errori, omissioni, o mala sanità? Quanto pesano, in tali vicende, i pesanti tagli operati in questi anni nel settore della sanità pubblica?“. In attesa della conclusone delle indagini della magistratura e del Ministero, Federconsumatori chiede alla Direzione Generale del Policlinico di rendere immediatamente noto il risultato dell’inchiesta interna e di diffondere a cittadini e pazienti un’informazione chiara e trasparente che dia conto dell’accaduto.

Comments are closed.