Occhiali 3D, in arrivo il ‘bugiardino’

Anche per gli occhialini 3D da usare in casa arriva un ‘bugiardino’ con le avvertenze che indicano, fra le altre cose, che ”l’utilizzo è controindicato per i bambini al di sotto dei 6 anni di età”. Lo prevede una circolare del ministero dello Sviluppo Economico e della Salute. Le avvertenze, formulate sulla base del parere del Consiglio Superiore di Sanità e dopo aver consultato anche le associazioni di categoria corrispondenti, consigliano anche al di sopra dell’età minima una visione per un tempo non superiore a un film, indicano le modalità di pulizia e ricordano che questi dispositivi possono dare problemi alla vista. La prima avvertenza è che l’utilizzo di occhiali 3D in ambito domestico per la visione di spettacoli televisivi è controindicato per i bambini al di sotto dei 6 anni di età, per i soggetti dai 6 anni fino all’età adulta, deve essere limitato alla visione per un tempo massimo orientativamente pari a quello della durata di uno spettacolo cinematografico. La medesima limitazione temporale è consigliata anche agli adulti.

Altre indicazioni importanti riguardano la pulizia. Laddove la disinfezione degli occhiali non sia possibile in quanto potrebbe compromettere la funzionalità degli occhiali 3D, va comunicato al consumatore che in presenza di tali evenienze-infezioni è controindicato l’utilizzo degli occhiali 3D da parte del soggetto interessato fino alla scomparsa di tali circostanze. Gli occhiali devono inoltre essere tenuti fuori dalla portata dei bambini qualora vi sia la presenza di piccole parti mobili ingeribili e devono essere utilizzati contestualmente agli strumenti correttivi della visione nel caso il consumatore sia portatore di lenti. E’ inoltre opportuno interrompere la visione in 3D in caso di comparsa di disturbi agli occhi o di malessere generale e, nell’eventualità di una persistenza degli stessi, di consultare un medico.

Entro un mese le aziende produttrici dovranno aggiornare i propri siti web con le raccomandazioni, entro tre mesi dovranno inserire nei prodotti l’invito a consultare il materiale on line ed entro sei mesi dovranno inserirlo nei manuali cartacei degli occhiali in prima pagina.

Comments are closed.