Codici: su spazioconsumatori.tv un’inchiesta dedicata alla Asl RmE

L’Asl RmE è finita sotto i riflettori del Codici che ha condotto un’inchiesta (in onda su spazio consumatori.tv) sull’Azienda per verificare se nella conduzione fossero rispettati i principi di imparzialità, trasparenza  e partecipazione. “Tra le varie anomalie riscontrate c’è quella relativa ai Direttori Generali” spiega Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici, “Tre Direttori per un solo posto: la redazione di spazioconsumatori.tv chiederà informazioni al Direttore Generale in carica, Angelo Tanese il quale ha manifestato la sua disponibilità a fornire chiarimenti”.

Ma non solo. All’Associazione risulta, infatti, che Tanese, oltre ad essere Direttore Generale della Asl Roma E, sia Direttore dell’Agenzia di valutazione civica, un’agenzia interna all’associazione Cittadinanzattiva. Entrambe, Azienda e Associazione, avrebbero collaborato con l’Agenas per la realizzazione di P.Re.Val.E, il Programma Regionale di Valutazione degli esiti degli interventi sanitari del Lazio. Inoltre, membro del Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia per i Servizi Sanitari del Lazio, oggi Agenas, è stata Teresa Petrangolini, Consigliere Regionale e membro commissione sanità, nonché socia fondatrice di Cittadinanzattiva.

Ma la collaborazione dell’Associazione dei consumatori e Agenas non termina con P.Re.Val.E. Sono stati, anche recentemente, organizzati convegni finanziati dal Ministero della Salute, ad esempio. Uno degli ultimi è datato novembre 2012. Tra i partecipanti figura, appunto, l’Agenzia di valutazione civica con Angelo Tanese e Teresa Petrangolini.

Niente di illecito, ma dati gli intrecci il Codici si chiede se siano stati garantiti i principi  di  partecipazione e  di imparzialità.

“In un settore fortemente deficitario e, come si diceva, a rischio la partecipazione a progetti, interventi ed attività deve prevedere il coinvolgimento di più soggetti. Solo in questa maniera i principi di trasparenza, rappresentatività ed imparzialità saranno garantiti – conclude Giacomelli.

Per l’inchiesta video clicca qui.

Comments are closed.