Cure territoriali, Federconsumatori: “Accordo non garantisce servizi necessari”

Sanità: “il recente accordo sulla medicina convenzionata non garantisce ai cittadini i servizi necessari” denuncia Federconsumatori che chiede di “superare la logica dei rinvii e degli approfondimenti”.

“Siamo ancora lontanissimi dal raggiungere una adeguata riforma delle cure territoriali. Purtroppo si registrano, oltre alle enormi carenze, anche gravi ostacoli di carattere economico e politico. Ostacoli che danneggiano in primis i cittadini, i quali, in molti casi, attualmente non dispongono di una reale rete di assistenza h 24.

Per questo Federconsumatori chiede al Ministero, alle Regioni ed ai rappresentanti dei medici di superare ogni logica di parte e predisporre misure adeguate a:

  • garantire ai cittadini sull’intero territorio nazionale l’assistenza continua 24 h, 7 giorni su 7;
  • superare le difficoltà e le attuali differenze regionali;
  • superare gli ostacoli non solo economici, ma anche programmatici per realizzare le Unità Complesse di Cure Primarie.

È indispensabile intervenire al più presto, a maggior ragione dopo che la logica dei tagli lineari ha messo a repentaglio la sopravvivenza di molte strutture. Per questo è ora di abbandonare, una volta per tutte, la tecnica dei “rinvii” e degli “approfondimenti”, agendo con prontezza per garantire a tutti i cittadini il diritto primario alla salute.

Comments are closed.