Sanità Lazio, Ass. Dossetti: prima di tagliare, razionalizzare

“Invitiamo il Ministro Balduzzi, che solo 6 mesi fa inaugurò proprio al San Filippo Neri, un nuovo edificio con nuovi posti letto, ad intervenire sul “suo” tecnico Bondi e fermare decisioni che nulla hanno a che fare con i veri interessi di donne, uomini, giovani, anziani e disabili residenti nel territorio romano e laziale”. Così in una nota l’Associazione Giuseppe Dossetti riferendosi alla notizia di qualche giorno fa relativa al ridimensionamento dell’ospedale San Filippo Neri di Roma.

L’Associazione ritiene, tra l’altro che sia giunto il momento che il ministro Balduzzi apra un confronto serio al Ministero della Salute, unico garante del SSN e dell’art.32 della Costituzione Italiana, con l’obiettivo di confrontare i “numeri”  sugli ospedali da chiudere e su quelli che debbano restare aperti. “Un momento di esplicito confronto che, per  trasparenza, dovrà valutare e rendere pubblici i dati di tutti gli ospedali e non solo quelli delle Aziende che si vuole a tutti i costi penalizzare e di quelle che ad ogni costo si vogliono salvare” si legge nella nota nella quale si annuncia l’invio di una lettera ai membri di Camera e Senato ed al Governo. Nella missiva l’Associazione chiede che “prima di riversare ulteriori risorse sulle ASL, tolte come in un salasso agli ospedali, occorre definire e risanare le organizzazioni e le modalità di funzionamento e finanziamento delle Aziende Sanitarie territoriali, affinché tali ricchezze non siano sprecate ed i risultati commisurabili alle risorse erogate, rendendone conto non solo all’amministrazione regionale ma soprattutto al cittadino cui tali risorse pubbliche appartengono”.

Comments are closed.