Sentenza Eternit, al via tavolo tecnico per risarcimento

Ha preso il via questa mattina presso la sede dell’Inail il tavolo tecnico per i risarcimenti in esecuzione dei contenuti della sentenza Eternit. Si tratta di dare attuazione effettiva nella parte che riguarda “provvisionali immediatamente esecutive” nei confronti delle parti civili. Il tavolo tecnico, istituito dal Ministero del Lavoro con il Ministero della Salute e le altre amministrazioni interessate e i soggetti danneggiati, è previsto negli obiettivi del Piano nazionale amianto, approvato dal Governo e recentemente trasmesso alla Conferenza Stato-Regioni, per assicurare in modo effettivo il principio  delle tutele in favore delle parti lese.

L’obiettivo comune sarà quello di recuperare dai due condannati il 13 febbraio 2012, Stephan Schmidheiny e Louis De Cartier, il cospicuo risarcimento nei confronti del comune di Casale Monferrato e di molte singole persone, enti e associazioni che si erano costituite parte civile. I due condannati, infatti, non hanno ancora ottemperato a questa sentenza e, dal momento che non sono perseguibili nei loro interessi sul nostro territorio nazionale, il Tavolo di Confronto permetterà di cooperare per fare in modo che gli enti e i familiari delle vittime possano ricevere almeno un risarcimento economico, così come riconosciuto dal processo.

Il Ministro ha colto l’occasione per annunciare che il prossimo 8 aprile, a Casale Monferrato, verrà presentato il Piano nazionale amianto, che ora è al vaglio della conferenza Stato-Regioni.

Comments are closed.