Sostanze chimiche, il 61% degli europei crede che siano più sicure di 10 anni fa

Il 61% dei cittadini europei ritiene che le sostanze chimiche siano più sicure rispetto a 10 anni fa. E questo soprattutto grazie al regolamento REACH, entrato in vigore nell’Unione Europea il 1° giugno 2007. Il regolamento ha introdotto un sistema integrato per la registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche utilizzate in Europa, prevedendo la registrazione di tutte le sostanze prodotte o importate nel territorio dell’UE in quantità pari o superiore ad 1 tonnellata all’anno.

Dalla relazione pubblicata oggi dalla Commissione Europea emerge quindi che, a 5 anni dall’entrata in vigore di questo regolamento, l’uso di sostanze chimiche in Europa è diventato notevolmente più sicuro: misure più mirate per la gestione del rischio e informazioni più tempestive sulle sostanze chimiche presenti sul mercato fanno sì che i rischi derivanti dalle sostanze registrate siano considerevolmente diminuiti.

Finora le imprese hanno registrato 30.601 fascicoli presso l’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA), nei quali si descrivono gli usi e le proprietà di 7.884 sostanze chimiche prodotte o immesse sul mercato.

Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea e Commissario responsabile per l’industria e l’imprenditoria, e Janez Potočnik, Commissario responsabile per l’ambiente, hanno dichiarato: “La relazione dimostra che il regolamento REACH funziona. Le imprese si assumono le proprie responsabilità e, di conseguenza, noi disponiamo di dati più attendibili sulle sostanze chimiche da esse prodotte e immesse sul mercato. La partenza è stata buona, ma c’è ancora molto lavoro da fare per garantire un elevato livello di protezione della salute umana e dell’ambiente. Siamo impegnati a garantire la sicurezza e la sostenibilità dell’industria chimica europea e REACH agevola la libera circolazione delle sostanze chimiche nel mercato interno. La nostra industria chimica può diventare leader mondiale nell’innovazione e tale ambizione si fonda su REACH, la legislazione in materia di sostanze chimiche più completa al mondo.”

Dal riesame del regolamento emerge che, sebbene siano necessari alcuni adeguamenti, non occorrono modifiche sostanziali.

Comments are closed.