Trieste: dal prossimo anno vaccini obbligatori per iscrivere i bimbi all’asilo

Vaccini e asili: dopo la mossa dell’Emilia-Romagna, e l’apertura della discussione a livello regionale, è la volta delle amministrazioni comunali. Dall’anno prossimo a Trieste le vaccinazioni saranno obbligatorie per iscrivere i bambini negli asili comunali e convenzionati.

Trieste sarà la prima città italiana a prevedere l’obbligo di vaccinazione antidifterica, antitetanica, antipoliomietica e antiepatite B per i bimbi che frequentano gli asili. L’obbligo scatterà a gennaio per le iscrizioni al prossimo anno scolastico 2017-18 e riguarderà sia le iscrizioni al nido sia quelle alla scuola materna, in tutto circa quattromila bambini.  A riferirlo è il Piccolo: l’obbligo partirà dalla fine di gennaio, quando si apriranno le iscrizioni per l’anno scolastico 2017-2018, e le famiglie dovranno presentare un’autocertificazione che attesti la vaccinazione, anche se dall’amministrazione hanno annunciato “controlli a tappeto”. Con questa decisione si intende fronteggiare il calo di vaccinazioni: in città le coperture sono scese al di sotto della soglia di sicurezza del 95%.

Comments are closed.