730 precompilato, Agenzia Entrate: da oggi si può consultare online

L’Agenzia delle Entrate lo chiama “730 day”: scatta la possibilità di consultare online il modello 730 precompilato. Da oggi infatti per circa venti milioni di contribuenti destinatari di questa innovazione è disponibile in rete la propria dichiarazione dei redditi 2014, compilata in tutto o in parte dal Fisco. Sarà possibile accettare, modificare o integrare il modello dal primo maggio al 7 luglio, informa l’Agenzia delle Entrate, che ha lanciato da giorni una campagna informativa per saperne di più sui passaggi da compiere.

fisco_730L’Agenzia parla di “un progetto ambizioso che vede la luce dopo soli 10 mesi dalla sua ideazione” e sottolinea che “ha già inserito a sistema quasi 160 milioni di informazioni trasmesse dagli enti esterni, oltre ai dati già disponibili in Anagrafe tributaria. Si amplia, inoltre, il kit di assistenza con un nuovo tutorial sul canale YouTube “Entrate in video”: una vera e propria video-simulazione per non arrivare impreparati al momento dell’invio”. Pensionati, lavoratori dipendenti e assimilati, infatti, da oggi possono usare le loro chiavi di accesso ai servizi telematici delle Entrate per “aprire la porta” della propria dichiarazione e consultare i dati inseriti dal Fisco. Dal 1° maggio al 7 luglio, poi, sarà possibile accettare, integrare o modificare il modello e trasmetterlo all’Agenzia direttamente dal proprio pc o delegando il proprio sostituto d’imposta, un Caf o un professionista abilitato. A partire da oggi, però, l’Agenzia mette a disposizione dei contribuenti coinvolti la dichiarazione precompilata, per consentire loro di consultare i dati presenti e di verificarne l’esattezza e la completezza.

Nel 730 precompilato di quest’anno, è bene ricordarlo, non ci sono le spesa sanitarie. Cosa c’è dentro? Spiega l’Agenzia: “Poco meno di 160 milioni di informazioni complessivamente trasmesse dagli enti esterni all’Agenzia delle Entrate per confluire nelle dichiarazioni, di cui oltre 100 milioni di operazioni relative ai premi assicurativi, interessi passivi sui mutui e contributi previdenziali e quasi 60 milioni di certificazioni uniche. Un immenso patrimonio informativo già a disposizione dei 20 milioni di contribuenti italiani interessati dal primo anno di avvio dell’operazione e destinato a crescere nel 2016, quando saranno presenti nella precompilata anche le spese sanitarie che danno diritto a deduzioni o detrazioni e altre spese comuni, come ad esempio le tasse universitarie”. Nel nuovo 730, inoltre, sono disponibili anche i dati di alcuni oneri trasmessi da altri soggetti: per quest’anno interessi passivi sui mutui, premi assicurativi e contributi previdenziali.

La “operazione precompilata” è un progetto scattato dallo scorso anno: il 20 giugno 2014, ricorda l’Agenzia delle Entrate, il Consiglio dei Ministri approva lo schema di decreto recante Disposizioni in materia di semplificazioni fiscali; il decreto legislativo n.175/2014, che prevede l’avvio sperimentale della dichiarazione dei redditi precompilata, entra in vigore il 13 dicembre e tre giorni dopo l’Agenzia delle Entrate emana alcuni provvedimenti che definiscono il contenuto e le modalità di trasmissione dei dati provenienti dagli enti esterni e destinati a confluire nelle dichiarazioni precompilate. Il 15 gennaio vengono approvati e pubblicati il modello 730 2015 e quello di Certificazione Unica 2015 mentre il 23 febbraio il direttore delle Entrate emana, d’intesa con l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, il provvedimento che disciplina le modalità di accesso alla dichiarazione precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti delegati. Il 23 marzo l’Agenzia ha lanciato il sito internet dedicato all’assistenza sul 730 precompilato e il primo video tutorial sul canale YouTube. Viene inoltre pubblica inoltre la circolare (n.11/E) che fornisce le risposte alle principali domande in tema di precompilata.

Un commento a “730 precompilato, Agenzia Entrate: da oggi si può consultare online”

  1. Luciano G. scrive:

    AVENDO IL PIN DI INPS SONO ENTRATO A VEDERE IL MIO 730 PRECOMPILATO E PURTROPPO MI SONO ACCORTO CHE LE NOTEVOLI SPESE SANITARIE SOSTENUTE NEL 2014 NON ERANO ASSOLUTAMENTE PRESENTI E PERTANTO MI SONO RIVOLTA AL MIO CAF DI FIDUCIA IL QUALE PERO’ MI HA CHESTO EURO 30,00 PER PRESENTARLO.-