730 precompilato dal 15 aprile, Altroconsumo mette online le istruzioni per l’uso

A partire dal 15 aprile si può scaricare il 730 precompilato direttamente dal sito dell’Agenzia delle entrate. Per farlo in autonomia, bisogna chiedere un Pin per l’accesso ai servizi online, ma è possibile delegare anche a un Caf o a un commercialista. La novità attende almeno 20 milioni di pensionati, lavoratori dipendenti e assimilati. Altroconsumo ha messo a disposizione online una guida per orientarsi nella novità.

Per il 730 precompilato vengono utilizzate le informazioni disponibili all’Anagrafe tributaria (i dati contenuti nelle dichiarazione degli anni precedenti, i dati catastali, i pagamenti delle imposte fatti con F24), i dati trasmessi da parte di terzi (interessi passivi sui mutui, premi assicurativi) e quelli contenuti nelle certificazioni rilasciate dai sostituti d’imposta con riferimento ai redditi di lavoro dipendente e assimilati, ai redditi da pensione e ai redditi diversi. Solo dal 2016 verranno però inseriti anche i dati del Sistema Tessera Sanitaria (per esempio, acquisti di medicinali e prestazioni sanitarie). Solo dal prossimo anno saranno dunque presenti nella dichiarazione precompilata anche le spese sanitarie che danno diritto a deduzioni dal reddito o detrazioni d’imposta e altre spese comuni, come ad esempio le tasse per l’iscrizione all’università.

A partire dal 15 aprile, il 730 precompilato verrà reso disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate. Ma non è obbligatorio presentare la propria dichiarazione dei redditi utilizzando il 730 precompilato. Si ha la possibilità, ricorda Altroconsumo, di presentare la dichiarazione dei redditi compilata con le modalità ordinarie in forma cartacea (come si è fatto l’anno passato), tramite sostituto di imposta, Caf o professionista abilitato.

Il precompilato può essere gestito da soli o con una delega a un professionista. Se si è fra coloro che hanno diritto al 730 precompilato si può fare tutto direttamente sul sito dell’Agenzia delle entrate. Per consultare il 730, c’è però bisogno di accedere al sito dell’Agenzia delle entrate attraverso le proprie credenziali. In particolare bisogna richiedere un apposito codice Pin che offre la possibilità di sbrigare una serie di incombenze fiscali direttamente via internet, in modo rapido e sicuro. Una volta in possesso del Pin, si può accedere alla dichiarazione precompilata via internet. Se il precompilato non richiede alcuna correzione, è sufficiente accettarlo senza modifiche con un semplice clic. Nel caso invece fosse necessario modificare o aggiungere dati (ad esempio la detrazione per le spese mediche), si potrà farlo direttamente online: in questo caso verrà elaborato e messo a disposizione un nuovo modello 730 con la liquidazione definitiva.

Si può anche delegare il sostituto d’imposta (se presta assistenza fiscale), un CAF o un altro soggetto abilitato (commercialista, consulente del lavoro) affinchè possa accedere alla dichiarazione precompilata, effettuare tutte le operazioni, e quindi trasmettere il 730 in via telematica all’Agenzia delle entrate.

Un commento a “730 precompilato dal 15 aprile, Altroconsumo mette online le istruzioni per l’uso”

  1. Lucillo ha detto:

    Si parla solo di 730 pre-compilato, ma io ho sempre fatto l’UNICO che differenza c’è per l’eventuale modifica dati detrazioni o altro???
    E’ possibile continuare con l’UNICO o bisogna passare al 730 ???
    Grazie.