Clausole vessatorie, Altroconsumo ne trova 92 nei contratti di 10 compagnie aeree

Sono ben 92 le clausole vessatorie che Altroconsumo ha trovato nei contratti di trasporto passeggeri di 10 compagnie aeree che operano in Italia: Air France, Air Italy, AirOne, Alitalia, British, EasyJet, KLM, Lufthansa, Meridiana, Ryanair. C’è chi prevede che gli orari di volo abbiano valore solo indicativo, chi cancella automaticamente la prenotazione per il ritorno se il consumatore non si presenta all’andata, chi si riserva di decidere se trasportare o no alcune persone, se disabili, chi vuole scegliere il tribunale per le controversie, mentre il Codice del Consumo prevede che sia quello di residenza del consumatore.

Altroconsumo ha inviato oggi 10 lettere di diffida alle compagnie affinché le clausole contestate siano eliminate o modificate: lo squilibrio di posizione tra chi fruisce del servizio e chi lo propone deve essere annullato. “C’è un intero catalogo di obblighi pesantissimi per il consumatore e limitazioni dei diritti dell’utente, spesso in spregio delle norme internazionali di diritto dei passeggeri – commenta Paolo Martinello, presidente di Altroconsumo – è il caso dei ritardi o dei risarcimenti per danno o smarrimento bagagli indicati nei contratti. Clausole che devono sparire.”

Se le compagnie aeree non agiranno a favore degli utenti, Altroconsumo intenterà un’azione inibitoria presso il Giudice, come previsto dal Codice del Consumo.

Comments are closed.