Deodoranti con alluminio? CTCU: meglio senza

Deodoranti senza alluminio? Una scelta consapevole, secondo il Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano che ha stilato una lista dei prodotti senza alluminio presenti sul mercato. Il CTCU sottolinea il fatto che la maggior parte dei deodoranti contengono sostanze dell’alluminio, considerate molto efficaci contro la sudorazione. Purtroppo queste sostanze hanno effetti collaterali: se usati a lungo irritano la pelle e possono causare granulomi. Inoltre, sempre più spesso l’alluminio viene collegato all’Alzheimer e al cancro al seno. Certo l’alluminio è una sostanza che troviamo ogni giorno: come materiale di imballaggio per bevande o latticini, come rivestimento delle facciate degli edifici, come materia prima per cemento e ceramica. Viene usato anche nella produzione di farmaci, nonché nell’industria alimentare e in quella cosmetica. I sali dell’alluminio hanno un forte effetto antitraspirante (ovvero bloccano il sudore), in quanto chiudono i pori della pelle. Ma se la cute è lesa, ad esempio per una rasatura delle ascelle, le quantità assorbite sono più grandi, e l’alluminio potrebbe depositarsi nelle celle; il cancro al seno, ad esempio, viene spesso diagnosticato vicino alle ascelle, quindi laddove vengono applicati deodoranti con alluminio. Inoltre, nelle sperimentazioni su animali, l’alluminio ha generato demenza, e viene considerato quale possibile fattore scatenante dell’Alzheimer.

A cosa prestare attenzione? Quando si acquista un deodorante, bisogna leggere bene la descrizione del prodotto. Prodotti che sulle etichette riportano sostanze quali alluminio, allume di potassio oppure allume andrebbero evitati.

Comments are closed.