Deodoranti per la casa, test Altroconsumo: emettono inquinanti e allergeni

Profumare l’ambiente di casa con i deodoranti? Scelta che può avere effetti nocivi sulla nostra salute. I diffusori per ambienti, infatti, emettono una quantità elevata di inquinanti e allergeni. Parola di Altroconsumo che ha messo alla prova, in una camera stagna, diffusori e candele per ambienti: utilizzando specifici strumenti, sono state misurate le emissioni indesiderate. Risultato? Altro che ondate di freschezza! L’aria di casa può diventare peggiore, con preoccupanti effetti sulla salute per le categorie più a rischio, come bambini, allergici e asmatici.

Ecco gli inquinanti rilevati

  • COV: i composti organici volatili includono una moltitudine di sostanze, sia naturali sia di sintesi; si propagano facilmente e spesso sono concentrati negli ambienti chiusi. Provocano soprattutto irritazione e allergia.
  • PM2,5: le polveri sottili, note per il loro legame con il traffico automobilistico, sono presenti anche in casa se si scelgono deodoranti a combustione (candele e incensi), rappresentano un rischio per polmoni e cuore.
  • Formaldeide e benzene: sono emesse in particolare da incensi e oli, ma anche dalle candele.
  • Allergeni: tanti e comunissimi, a rischio i soggetti sensibili.
  • Irritanti: l’acetaldeide è presente negli oli e negli incensi.

Altroconsumo ha inviato una richiesta formale alle istituzioni nazionali ed europee – DG SANCO e Commissari competenti: Industria; Ambiente; Consumatori – per avere finalmente una normativa chiara sulle informazioni e avvertenze in etichetta in modo da informare in modo esaustivo i consumatori su eventuali effetti allergenici e irritanti e sulle corrette modalità di utilizzo di questi prodotti.

Intanto l’Associazione consiglia di rinnovare l’aria di casa nel modo più banale ed economico: aprire le finestre per 5-10 minuti per eliminare gli odori, invece che coprirli con fragranze aromatiche.

Un commento a “Deodoranti per la casa, test Altroconsumo: emettono inquinanti e allergeni”

  1. costante ha detto:

    Per eliminare gli odori nelle case, non solo serve aprire le finestre ed aereare a lungo, particolarmente nelle stagioni temperate ed asciutte, ma anche, non si offenda nessuno, praticando l’igiene : pulizia vera e olio di gomito spostando i mobili, svuotandoli, lavandoli ed igienizzandoli. Spesso nelle case, negli sgabuzzini e scantinati , anche dietro i mobili si sviluppano muffe e microbi che alterano gli odori. Per non parlare delle dispense, anche di sole bottiglie. Meglio di qualsiasi deodorante. Per la prima volta , dopo la pulizia a fondo è concessa una spruzzata da una bomboletta, ma poi bisogna prendere e mantenere le buone abitudini della nonna che ogni tanto ribaltava la casa.