Enel, non ammessa class action per disagi maltempo: indagini troppo complesse

Non ammessa la class action contro Enel, lanciata da Codici per risarcire migliaia di persone che a febbraio di 4 anni fa hanno subito enormi disagi per il maltempo (alcuni sono rimasti fino a 8 giorni senza riscaldamento, senza corrente elettrica e senza possibilità di comunicare). La Corte d’Appello non ha ammesso l’azione di classe perché necessita di un sistema più “snello” di reperimento di informazioni e prove.

Nonostante la Corte d’Appello riconosca “la pacifica interruzione del servizio di somministrazione di energia elettrica per notevole lasso di tempo e l’unitarietà del contesto in cui si verificarono i fatti lamentati”, l’azione di classe non è stata ammessa perché necessita di un sistema più “snello” di reperimento informazioni e prove.

“Ancora una volta un grande dell’energia salvato in extremis –  commenta Ivano Giacomelli Segretario Nazionale di Codici – Nonostante il rammarico per l’esito dell’azione, vorrei ricordare ai consumatori che rimane comunque una porta aperta per l’azione individuale”

I disagi maggiori sono stati causati proprio dall’assenza di energia elettrica e a subirne i danni sono stati gli anziani e i cittadini malati collegati ad apparecchi salvavita. Tra le maggiori anomalie contestate dai cittadini e dalle Associazioni dei consumatori nei confronti di Enel: lentezza nel raggiungere le aree oggetto di interruzione di fornitura e assenza di coordinamento tra tecnici Enel e altri soggetti istituzionali; inefficace collocazione dei gruppi elettrogeni in base alle effettive necessità; mancata fornitura di energia a servizi pubblici essenziali e a gruppi di abitazioni isolate; mancata risposta a segnalazioni di utenti in stato di distacco elettrico per cause imputabili a rottura di cavi elettrici; comunicazione all’utenza decisamente carente, che non ha garantito la possibilità ai cittadini e agli interlocutori istituzionali di poter comunicare e rispondere adeguatamente alle necessità.

Comments are closed.