Equitalia lancia Se Mi Scordo: un SMS avvisa della cartella

L’sms anticipa la cartella. Oppure avvisa che i pagamenti delle rate non sono regolari. O che ne manca da pagare solo una. Equitalia ha lanciato il servizio “SMS – Se Mi Scordo” per “proseguire nella riforma del modello di riscossione e nel contempo costruire un nuovo rapporto con i contribuenti – informa una nota stampa – Messaggi sul cellulare o posta elettronica per preannunciare una cartella, per ricordare a chi sta pagando a rate che ne manca soltanto una per decadere, ma anche segnalare che il pagamento delle rate non risulta regolare”.

semiscordoIl progetto, voluto dall’amministratore delegato Ernesto Maria Ruffini, “rientra – spiega Equitalia – nella riforma messa in campo da Equitalia per fornire un nuovo servizio ai cittadini e strumenti più innovativi come ad esempio il portale responsive e l’app Equiclick”. Se Mi Scordo può essere attivato o in uno degli sportelli Equitalia o sul portale www.gruppoequitalia.it. Nel primo caso è necessario compilare un modulo in cui, oltre ai tradizionali dati personali e al codice fiscale, si deve scegliere se indicare il proprio numero di cellulare oppure l’email su cui ricevere comunicazioni da parte di Equitalia. Per attivarlo dal sito del Gruppo è necessario avere le credenziali e quindi accedere nell’area riservata e seguire le indicazioni per registrarsi. Tre i tipi di comunicazioni previste dal servizio: quando Equitalia deve riscuotere un debito, quando il contribuente che ha un piano di rateizzazione con Equitalia non ha pagato almeno la metà del numero massimo delle rate previste per decadere o quando manca soltanto una rata prima di decadere dal piano concordato. Si tratta, è bene ricordarlo, di un servizio informativo che non sostituisce la notifica dell’atto e “non ha quindi alcun valore né vincolo giuridico nel rapporto tra gli utenti ed Equitalia”.

L’sms può anticipare la cartella: il contribuente che attiva il servizio sarà sarà avvisato quando a Equitalia è stata affidata dagli enti creditori la riscossione di una somma a suo carico, quindi prima della notifica della cartella vera e propria. Arriverà un messaggio o una email, con mittente “Equi Info” e il testo in cui si preannuncia che Equitalia è stata incaricata di riscuotere una somma, e quindi il messaggio inviato anticipa la notifica vera e propria. I contribuenti che hanno già una rateizzazione in corso con Equitalia saranno inoltre  avvisati nel caso in cui non risulti pagata almeno la metà del numero massimo delle rate previste per la decadenza. Arriverà un messaggio o mail con mittente “Equi Info” e il testo che contiene anche il numero del piano di dilazione in cui si ricorda che le scadenze non risultano rispettate. Chi infine ha un piano di rateizzazione attivo sarà avvisato anche quando mancherà una sola rata prima della decadenza dal proprio piano di dilazione concordato con Equitalia.

Comments are closed.