Federconsumatori: baby sitter e ripetizioni, un altro salasso

Quello alle porte sarà un autunno caldo per gli studenti e le proprie famiglie. Ad incidere sul già tartassato portafogli ci saranno i costi per la scuola. Non solo libri e corredo scolastico per i quali occorrono dai 940 ai 1.233 euro (con un aumento del 3% rispetto allo scorso anno). Chi non può contare sull’aiuto di parenti (nonni in primis) e amici, deve rivolgersi a baby sitter, doposcuola e ripetizioni. L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha analizzato i costi.Innanzitutto, l’Associazione sta stimato che una baby sitter per 2 ore al giorno costa, in media, 370 euro al mese (tra gli 8.50 e i 10 euro all’ora, in aumento dal 6 all’11% rispetto al 2011).

Per un servizio di pre-post scuola, invece, occorrono 53.50 euro (dai 32 ai 75 euro all’ora in aumento tra il 3 e il 4% rispetto al 2011). Ma non è finita qui, i ragazzi rimasti indietro in qualche materia hanno spesso bisogno di lezioni di ripetizione: queste possono costare (effettuando 2 lezioni a settimana) da un minimo di 80 Euro al mese ad un massimo di 224 Euro al mese (tra i 10 e i 28 euro all’ora in aumento del 4% rispetto al 2011).

Risparmiare, anche su questi versanti, è possibile, basta organizzarsi: per esempio un genitore a turno, una volta a settimana, può badare a diversi bambini. Per quanto riguarda le ripetizioni, invece, se i genitori non hanno tempo di cimentarsi con equazioni e analisi grammaticali, possono sempre organizzare dei gruppi di studio con il più bravo della classe, offrendo un’ottima merenda in cambio di un aiuto per il proprio figlio.

 

Comments are closed.