Fonsai, no a patteggiamento Jonella Ligresti. MC: ora risarcimento degli azionisti

Importanti novità nel processo Fonsai: il Gip di Torino Sandra Recchione ha respinto la richiesta di patteggiamento a 3 anni e 4 mesi avanzata da Jonella Ligresti. Il Gip ha ritenuto la pena non congrua sia per la misura detentiva sia per quella pecuniaria (di soli 30.000 euro) considerando non decisive, generiche e tardive le ammissioni sulla responsabilità della Ligresti. Decisione importante, sottolinea il Movimento Consumatori, anche perché il Gip ha criticato l’assenza di ogni risarcimento dei danni subiti da migliaia di risparmiatori.

“Questo provvedimento è anche frutto dell’attività svolta da Movimento Consumatori – afferma Corrado Pinna dell’ufficio legale MC  – che ha assistito all’udienza di oggi e che fin dalla scorsa udienza del 19 dicembre si era opposta al patteggiamento, evidenziando l’assenza di ogni misura risarcitoria per le migliaia di azionisti danneggiati”.

“E’ ora che i responsabili nel nostro Paese non la facciano più franca e risarciscano i danni arrecati fino all’ultimo centesimo – afferma Paolo Fiorio, coordinatore dell’Osservatorio Credito & Risparmio MC – Movimento Consumatori continuerà nelle prossime settimane a raccogliere le costituzioni di parte civile degli azionisti che chiedono il risarcimento del danno. Oggi con il ritorno tra gli imputati dell’ex presidente della Fonsai, Jonella Ligresti i danneggiati devono chiedere una condanna esemplare e ottenere il risarcimento integrale di tutti i danni subiti”.

Movimento Consumatori ad oggi ha raccolto oltre 500 costituzioni di parte civile e invita tutti gli azionisti a rivolgersi al numero verde 800 150 872 o a scrivere a fonsai@movimentoconsumatori.it.

Comments are closed.