Giornata della Proprietà Intellettuale, nuova leva competitiva

L’edizione 2013 della Giornata Mondiale della Proprietà Intellettuale che si è celebrata oggi è stata dedicata alla creatività: “E’ necessario avere uno sguardo attento alle creatività delle nuove imprese che hanno bisogno di maggiore sostegno anche da parte della Pubblica Amministrazione” ha detto Loredana Gulino, Direttore Generale della Direzione Lotta alla Contraffazione. In effetti, le imprese che riescono a valorizzare la proprietà industriale sono di gran lunga più competitive rispetto  alle altre. “Il marchio rappresenta l’80% del valore dell’azienda e se usato al meglio genera profitto” ha detto il Direttore sottolineando che con il tempo è cambiato il modo di intendere la proprietà industriale. Da settore bisognoso di ‘protezione’ si è passati ad una proprietà proattiva capace di sviluppare il sistema economico: una leva strategica della competitività, per dirla con altre parole.

In questo contesto la Pubblica Amministrazione ha dovuto mettersi in gioco per rendere più efficace ed efficiente la macchina innanzitutto eliminando l’arretrato burocratico arrivando alle registrazioni in tempo reale mentre per i brevetti si mantengono i tempi standard – 2,5 – 3 anni – in perfetta linea con la media europea. Un ufficio di non grandi dimensioni quello dell’UIBM ma capace di rispondere alle esigenze dei tempi che cambiano incrementando l’utilizzo della procedura telematica per l’invio delle domande, costruendo un nuovo sito internet di utilità collettiva e mettendo a disposizione una certa somma di denaro per incentivare la registrazione e la valorizzazione dei brevetti, dei marchi e dei disegni: circa 50 milioni di euro (in parte ancora disponibili) in favore delle piccole e medie imprese per dare impulso all’innovazione e al trasferimento tecnologico.

 

Per saperne di più:

www.uibm.gov.it

www.invitalia.it

www.incentividesign.it

www.progetto-tpi.it

Comments are closed.