Imu rimandato a settembre: Cdm sospende rata giugno e dà 100 giorni per riforma

Imu rimandato a settembre: il decreto approvato oggi dal Consiglio dei Ministri fissa lo stop del pagamento della prima rata (di giugno) per la prima casa, gli alloggi popolari, i terreni agricoli e i fabbricati rurali. Ma se entro il 31 agosto non verrà adottata una riforma complessiva della tassazione sulla casa, si tornerà a pagare entro il 16 settembre. Da oggi ci sono quindi 100 giorni di tempo per riformare l’Imu; nel decreto approvato c’è un’attenzione molto forte alle imprese (si pensa a forme di deducibilità dell’imposta pagata per le attività produttive).

Il provvedimento “copre un 50% del gettito dell’Imu a fronte del quale ci sarà l’autorizzazione ad accrescere le anticipazioni di tesoreria per i comuni e il costo sarà a carico dello stato utilizzando”. ha spiegato il Ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni.

All’ordine del giorno del Cdm di oggi c’erano anche il rifinanziamento della Cassa integrazione, l’eliminazione dello stipendio dei membri del Governo con status di parlamentare e lo spostamento dal 31 luglio al 31 dicembre della scadenza dei contratti per i precari della pubblica amministrazione.

Ecco la copertura dell’intervento di rifinanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga (in tutto esattamente 2,060 miliardi): 1 miliardo stanziato dalla legge Fornero, 100 milioni arriveranno da fondi inutilizzati dell’accordo Italia-Libia per la realizzazione di nuove infrastrutture, altri 19 milioni dalle multe comminate dall’Antitrust, 250 milioni disponibili dal fondo per gli sgravi contributivi per i contratti di secondo livello per l’anno 2013 (fondi che non sarebbero stati utilizzati nel 2013 e che saranno reintegrati in un successivo momento); 288 milioni dalle risorse per il piano di azione e coesione attuando la prevista riprogrammazione dei fondi strutturali Ue 2007-2013; 246 milioni destinati alla formazione professionale; 100 dal fondo sviluppo e coesione (su bilancio per il 2016 ma non utilizzati); infine 57 sbloccati per i contratti di solidarietà.

3 Commenti a “Imu rimandato a settembre: Cdm sospende rata giugno e dà 100 giorni per riforma”

  1. nicola ha detto:

    Sono indignato, mi sento preso in giro, ancora una volta da questi politici all’acqua di rose. L’imu è solo per i poveri i ricchi quelli che possiedono centinaia di appartamenti la fanno ancora franca, tassano la seconda casa solo quelle dichiarate che sono state date dai genitori, ma non toccano gli investimenti delle banche sul mattone. Non parliamo della”tares” fanno pagare solo il consumatore finale, cioè il solito pirla, possibilmente con quella doppia casa ricevuta dal genitore facendogli pagare la tassa due volte la spazzatura, “vergogna” invece i grossi iper mercati che veramente producono spazzatura fanno i guadagni. Che schifo.

  2. NINO ha detto:

    La mia opinione è questa:Questa dell’IMU è tutta una bufala che è studiata come tattica di Berlusconi che sta perseguendo un determinato obiettivo e cioè:Presenterà un decreto legge per rendere inutilizzabili le intercettazioni telefoniche magari CON AZIONE RETROATTIVA in modo da non poter essere utilizzate dal Magistrato e farsi assolvere.Direte cosa c’entra con l’IMU…centra c’entra infatti ha subito accettato di rimandarla a settembre perchè se non sarà approvata la riforma della Giustizia secondo i suoi desiderata farà cadere il governo e,scatenerà una campagna elettorale accusando il PD di non aver voluto approvare l’abolizione dell’IMU è come un affetto domino “non volete approvare la riforma della Giustizia come la richiedo allora andiamo a votare con il PORCELLUM.
    sECONDO ME QUESTA VOLTA PRENDE LA PIù SONORA LEGNATA DELLA SUA VITA grazie a Matteo Renzi e Beppe Grillo

  3. vito di cagno ha detto:

    Far pagare l’IMU seconda casa anche alle migliaia di residenze abusive,scempio di paesaggio,prive di adeguamento norme igienico sanitarie,disseminate nel territorio (specie costiero), vecchie roullottes senza ruote ampliate con verande in tela e legno,vere seconde case !!! Considerabili tali anche x la ostentazione di parabole satellitarie (ovviamente senza regolare pagamento canone RAI) !!!
    Che in questo paese non si lascino + privilegi inammissibili a particolari categorie di cittadini furbi e disonesti !!!