Inflazione, Istat: a febbraio -0,1% su gennaio (+1% del carrello spesa)

L’Istat conferma i dati provvisori: a febbraio l’inflazione scende dello 0,1% su gennaio, ma aumenta dello 0,5% su base annua. A calare sono soprattutto i prezzi dei vegetali freschi (-4,4%) e della frutta (-0,7%), su cui incidono fattori stagionali, mentre c’è un leggero rialzo del “carrello della spesa”. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e delle persona a febbraio crescono dell’1%, il doppio dell’inflazione che è allo 0,5%. A gennaio però la corsa del carrello della spesa aveva toccato +1,3%. Secondo Federconsumatori e Adusbef si tratta ancora di dati sottostimati, che in ogni caso comportano pesanti conseguenze sui bilanci delle famiglie. L’aggravio, in termini annui, ammonta infatti per un nucleo familiare di 3 persone a +355 euro annui. Aumenti dei prezzi che, seppur frenati, continuano a determinare un forte impatto sull’andamento dei consumi: secondo quanto rilevato dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, la contrazione dei consumi è stata del -4,7% nel 2012, del -3,4% nel 2013, mentre nel 2014 si prevede un’ulteriore frenata tra il -1,3 ed il -1,4%. Percentuale che farà toccare al calo dei consumi delle famiglie relativo all’ultimo triennio quota -9,5%, pari ad una riduzione complessiva della spesa di circa 67,8 miliardi di euro.

“Di fronte a tale riduzione è indispensabile un ulteriore sforzo per far ripartire l’economia – dichiarano i Presidenti delle due Associazioni Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti – Sono positivi, in tal senso, gli intenti espressi dal Presidente del Consiglio che, come chiediamo da anni, abbracciano la  filosofia dei tagli agli sprechi e ai privilegi e convogliano tali risorse per la realizzazione del doveroso rilancio del potere di acquisto delle famiglie a reddito fisso. È necessario, ora, ricalibrare la manovra in modo che possano beneficiarne anche i pensionati, il cui potere di acquisto è stato fortemente colpito in questi anni. Ci aspettiamo, inoltre, che le misure annunciate si traducano immediatamente in fatti concreti e tangibili.”

Comments are closed.