Linea ferroviaria Roma-Napoli, Consumatori e Pendolari: chiarimenti su sicurezza

Quali sono le condizioni di sicurezza della linea ferroviaria Roma-Napoli? Se lo chiedono Confconsumatori Latina e Associazione Pendolari Stazione Minturno Scauri, che puntano i riflettori sulle condizioni di viaggio dei treni regionali e regionali veloci, presi ogni giorno da migliaia di passeggeri che fanno la spola fra il Sud Pontino e la Capitale per recarsi a lavoro o all’università. Le due associazioni denunciano il “grave prolema di sovraffollamento incontrollato” e chiedono chiarimenti sul rispetto della normativa che riguarda la sicurezza ferroviaria, le condizioni di viaggio e la rete.

Confconsumatori Latina e Associazione Pendolari Stazione Minturno Scauri, dopo il deragliamento del treno a Pioltello, hanno inviato una formale richiesta di chiarimenti a RFI, Trenitalia, alle Regioni Lazio e Campania nonché agli organi di controllo, Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie, Prefetture e Questure competenti per territorio.  La richiesta: verificare concretamente il rispetto della normativa di settore generale e speciale, nella quale sono fissati i parametri relativi alla sicurezza del trasporto ferroviario, sia quella relativa a carrozze e convogli (climatizzazione, antincendio, servizi igienici, affollamento, vie di accesso e fuga, abbattimento barriere architettoniche) sia quella che riguarda la rete ferroviaria e le stazioni (verifiche periodiche di sicurezza e funzionalità della infrastruttura, vie di accesso e fuga, abbattimento barriere architettoniche, servizi minimi di assistenza ai viaggiatori con e senza le “rotture di carico”).

“In particolare – affermano le due associazioni – siamo interessati a conoscere quali siano i criteri di sicurezza minima garantiti nei casi di sovraffollamento dei convogli sia in partenza che durante il viaggio, e nello specifico abbiamo chiesto di sapere quali sono gli accorgimenti adottati sulla linea in questione da RFI e Trenitalia e quali i controlli eventualmente effettuati dalla Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie, eventuali sanzioni e/o prescrizioni scaturite da tali controlli. La necessità della richiesta sorge dalla evidenza che si ha del grave problema di sovraffollamento incontrollato e dal fatto che più volte si è già provveduto a segnalare tali criticità agli organi competenti, relativamente ai regionali e regionali veloci che servono la linea Roma-Napoli e le stazioni intermedie”.

A preoccupare è soprattutto il sovraffollamento sulla linea, che collega Roma, Latina e il Sud Pontino. “Ci preme evidenziare e sottolineare – concludono le due associazioni – che le condizioni di viaggio, relative al sovraffollamento a bordo treno nonché il successivo deflusso e afflusso dei passeggeri nelle relative stazioni di salita e discesa, di fatto creano una evidente e palese situazione di grave pericolo per l’incolumità pubblica proprio alla luce dei recenti fatti di cronaca citati e pertanto abbiamo richiesto un intervento urgente ed immediato a tutela della sicurezza pubblica”.

Comments are closed.