Lotterie straniere, CEC Bolzano: vietato vendere biglietti in Italia

La legge italiana vieta ai cittadini italiani di partecipare a lotterie straniere; ci sono sanzioni per chi vende o distribuisce biglietti di lotterie straniere ad italiani ma anche per chi li acquista. Nonostante questo, però, sono tanti i consumatori che ricevono direttamente a casa, via posta o telefono, inviti a partecipare a lotterie straniere. La denuncia arriva dal Centro Europeo Consumatori (CEC) di Bolzano che ha allertato più volte sia i consumatori che le autorità competenti. Se la cosa dovesse continuare ancora l’Associazione si rivolgerà all’Antitrust.

Il CEC spiega il modus operandi delle lotterie straniere: arrivano cartoline direttamente a casa oppure telefonate con le quali si viene invitatati a partecipare alle lotteria. Spesso gli inviti sono piuttosto insistenti. Eppure la legge italiana vieta tassativamente la partecipazione dei cittadini italiani a lotterie straniere (norma contenuta in una legge del 1938, modificata nel 1989 con l’inserimento di conseguenze penali).

Ma sono tanti i venditori che ignorano la normativa italiana. È il caso della NKL, società tedesca che ha attratto – anche recentemente – nella sua rete diversi cittadini italiani. I contatti sono arrivati attraverso l’invio di cartoline promozionali a casa o attraverso telefonate: entrambi i comportamenti si sono protratti in modo intensivo ed invadente, ignorando i rifiuti dei consumatori ed insistendo fino a farli cedere per sfinimento o proponendo offerte veramente vantaggiose.

Sollecitato dal CEC di Bolzano, il CEC tedesco ha chiesto una presa di posizione alla NKL, che si giustifica con motivazioni contraddittorie: errore nell’invio del materiale pubblicitario, in cui sono comunque contenute mere offerte e mai obblighi di partecipazione. NKL nega che i contatti siano stati iniziati per loro iniziativa. Ma tali inviti continuano ad arrivare in Italia. Oltre al divieto di partecipazione a tali lotterie è importante ricordare cosa la normativa tedesca preveda a questo proposito: il contratto di gioco si conclude in Germania solo nel momento in cui viene effettuato il pagamento. Ciò significa che un consenso dato al telefono non obbliga comunque a pagare.

Il CEC consiglia di interrompere immediatamente le comunicazioni con chiunque voglia farvi partecipare a lotterie straniere! Per maggiori informazioni si può consultare il sito http://www.euroconsumatori.org/16849v30234d42268.html.

Comments are closed.