Milano, sospesa Area C, Codacons interverrà al Tar a sostegno del Comune

Milano è al centro della cronaca perché ha visto il blocco di uno dei cavalli di battaglia del suo Sindaco Giuliano Pisapia: l’area C del centro della città è stata sospesa per una sentenza del Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso della Mediolanum Parking Srl, un’azienda privata di parcheggi, ravvisando un pericolo per l’interesse economico della stessa. Quindi il provvedimento, introdotto qualche mese fa per evitare la cogestione dell’area limitandone il traffico, viene sospeso in via cautelativa. Non si sa ancora se l’area verrà cancellata definitivamente o meno. 

 Soprattutto, non si sa quali saranno le prossime mosse del Comune di Milano che si vede venir meno le risorse derivanti dalla norma (che fin’ora ha previsto un pedaggio di 5 euro per chi entrava nella zona).

Il Codacons suggerisce al sindaco Giuliano Pisapia di concedere immediatamente una deroga al pagamento del ticket per chi si deve  recare in quel parcheggio. “E’ l’unico modo per aggirare l’ostacolo e non vanificare quanto finora fatto dal Comune in materia di inquinamento – ha dichiarato Marco Maria Donzelli, presidente del Codacons, sottolineando che “la decisione di merito del Tar, considerati i tempi della giustizia italiana, non è alle porte e non potrà arrivare prima del 2013”.

Ecco perché, nel breve periodo, l’unica possibilità è di inserire tra le deroghe previste nella delibera, l’ingresso gratuito per chi si deve recare in quel garage” ribadisce l’Associazione che annuncia anche un intervento ad adiuvandum nel procedimento al Tar. “L’Area C non si tocca! Vogliamo essere a fianco del Comune in questa battaglia. E’ una vergogna che sia stato sospeso l’unico provvedimento che in questi anni ha ridotto l’inquinamento ed il traffico in città. Una decisione, quella del Consiglio di Stato che va contro il volere democraticamente espresso dai milanesi con un apposito referendum” ha concluso Marco Maria Donzelli.

Comments are closed.