Ministero Salute: troppo alcol fra i giovani

C’è troppo alcol fra i giovani, preda sempre più spesso del fenomeno del binge drinking: si bevono diverse bevande alcoliche, in grande quantità, tutte insieme, fuori pasto. Allarmante è la diffusione dell’alcol soprattutto fra le giovani adolescenti. La percentuale di ragazze fra i 14 e i 17 anni che consuma alcol fuori pasto è raddoppiata in 15 anni, passando dal 6% del 1995 al 14,6% del 2010.

La Relazione al Parlamento sugli interventi realizzati da Ministero e Regioni in attuazione della legge-quadro 125/2001 in materia di alcol e problemi correlati al consumo di alcol, pubblicata oggi sul sito del Ministero della Salute, evidenzia che c’è un consumo molto elevato di alcol fra i giovani, mentre la mortalità legata alle patologie connesse all’uso di alcol è diminuita.

Le politiche di contrasto nazionale e regionali stanno ottenendo qualche riscontro, ma bisogna attuare politiche adeguate nei confronti dei giovani. Sottolinea il ministro della Salute Renato Balduzzi: “Dobbiamo aiutare i giovani a fronteggiare le pressioni sociali al bere in contesti significativi come la scuola, i luoghi del divertimento, della socializzazione e dello sport, e realizzare interventi di intercettazione precoce del consumo giovanile a rischio, accompagnandoli con appropriati interventi di sostegno e motivazione al cambiamento. Preoccupano i dati della diffusione soprattutto a livello giovanile, che richiedono attenzione e impegno maggiore circa l’educazione al bere sano e moderato da parte di tutti”.

“Per questo motivo – ha aggiunto il Ministro– ho intenzione, insieme al Ministro dell’Istruzione Francesco Profumo e al Ministro Andrea Riccardi, che ha la delega per le politiche giovanile, di approfondire il ruolo delle agenzie educative e della scuola nel contrasto del consumo smodato di alcol”.

Si è passati da un consumo di tipo mediterraneo, quotidiano e moderato, centrato sul vino, a modelli di consumo che risentono dell’influsso culturale nordeuropeo. In particolare, cresce ancora il fenomeno del binge drinking,  cioè la pratica di consumare diverse bevande alcoliche in quantità in un breve arco di tempo: nel 2010 ha riguardato il 13,4% degli uomini e il 3,5% delle donne.

Nella fascia tra i 18 e i 24 anni la percentuale di donne che pratica il binge drinking sale al 9,7 %. Sono aumentati i consumatori fuori pasto: si è saliti dal 33,7 % al 41,9% fra i giovani da 18 a 24 anni, e dal 14,5 al 16,9% fra gli adolescenti tra 14 e 17 anni.  È tra le ragazze di 14-17 anni il picco dell’aumento: la quota delle consumatrici fuori pasto è raddoppiata negli ultimi 15 anni, passando dal 6% del 1995 al 14,6% del 2010.

Altri dati sono stabili, mentre diminuisce la mortalità correlata all’uso di alcol (-12% dal 2007 al 2008) ed è in lieve calo la percentuale degli utenti in trattamento  (-1,8% dal 2008 al 2009).

Comments are closed.