MPS, aperto il processo. Confconsumatori si costituisce parte civile

Confconsumatori ha depositato la costituzione di parte civile  nel primo processo MPS che si apre oggi per il presunto ‘occultamento’ del contratto di ristrutturazione di Alexandria, che vede imputati Giuseppe Mussari, Antonio Vigni e Gianluca Baldassarri. “Confconsumatori, oltre alla costituzione di parte civile nel processo penale come associazione, sta lavorando a un modulo per la costituzione di parte offesa che metteremo a disposizione di tutti i risparmiatori coinvolti” ha spiegato Mara Colla, presidente nazionale dell’Associazione.

Quello di Monte dei Paschi di Siena è l’ennesimo scandalo di finanza speculativa che finisce col ripercuotersi sugli ignari consumatori e sulla collettività. Confconsumatori è stata tra le prime associazioni in Italia a difendere le vittime di “Risparmio tradito” ed ha già ottenuto il riconoscimento come parte civile in altri processi analoghi. Anche in questo caso l’associazione sarà in prima linea sia in sede civile che in sede penale.

L’attenzione di Confconsumatori si è concentrata anche sull’operato delle Autorità di Vigilanza: nel luglio scorso l’associazione ha depositato alla Procura della Repubblica di Siena la richiesta di poter estrarre copia dei verbali, acquisiti alle indagini preliminari, delle ispezioni svolte da parte delle Autorità di Vigilanza al fine di comprendere se sussistano responsabilità di queste ultime derivanti da omessi o ritardati controlli nell’ambito del caso Monte Paschi di Siena.

“Il nesso di causalità tra il crollo del titolo detenuto da migliaia di piccoli risparmiatori e le operazioni ardite compiute in questi anni dal precedente board, saranno il cuore delle vicende penali e civili che ci vedranno impegnati – aggiunge Luca Baj, legale di Confconsumatori – Come è già avvenuto nel caso Parmalat e in altri scandali analoghi, intendiamo ottenere per i risparmiatori e gli azionisti “traditi” la massima tutela possibile”.

Comments are closed.