Prestiti.it: boom di prestiti per la formazione

Nel primo semestre del 2012 banche e finanziarie hanno concesso oltre 30 milioni di euro in prestito agli italiani per pagare le spese scolastiche. E’ quanto rileva un’indagine di Prestiti.it a dimostrazione del fatto che la formazione è vista come un investimento necessario su cui non vanno risparmiate risorse. In media le famiglie chiedono un prestito di 7.200 euro destinati, non solo all’acquisto di libri e quaderni, ma anche alle frequenza di master e corsi di perfezionamento. Tra l’altro la cifra richiesta è perfettamente in linea con le statistiche: secondo le ultime analisi del Censis il prezzo medio di iscrizione ad un corso post laurea nell’anno scolastico 2011/2012 è stato di 6.595 euro.L’età media al momento della domanda è di 40 anni (cifra influenzata tanto dalla presenza di genitori che richiedono il finanziamento, quanto da quella degli studenti lavoratori), mentre lo stipendio medio netto di chi ha presentato questo tipo di richiesta è di 1.400€ mensili. Il piano di rate per la restituzione della somma è pari a 55 mesi, contro i 51 della scorsa rilevazione: in sostanza, ad un solo anno di distanza si chiede meno ma si restituisce in tempi più lunghi, le rate si fanno più piccole, riducendosi a 170 euro al mese.  

A richiedere un prestito finalizzato alla formazione sono in maggioranza donne (39%) a differenza di quanto accade nelle altre richieste: ciò dimostra una maggiore sensibilità dell’universo femminile ai temi della formazione professionale, spesso strumento indispensabile per inserirsi al meglio nel mondo del lavoro.

Comments are closed.