Pronto soccorso nel Lazio, sempre peggio

Ancora una cattiva notizia per la sanità del Lazio. Dopo l’apertura di un’indagine della Procura Capitolina, i riflettori si sono nuovamente accesi sul Policlinico più grande d’Italia. Nel corso di una verifica lampo i senatori Domenico Gramazio del Pdl e Ignazio Marino del Pd si sono trovati dinanzi ad una visione choc. Una donna in coma dopo un trauma cranico, legata alla barella con delle lenzuola e senza nutrizione da quattro giorni, in attesa di essere ricoverata “da un minuto all’altro”. Rapida la reazione del Ministro Balduzzi che a poche ora dalla diffusione della notizia ha disposto l’invio d’urgenza di una visita ispettiva presso il Policlinico Umberto I di Roma: in questo momento gli ispettori sono già  al Policlinico e stanno raccogliendo tutti gli elementi relativi alla vicenda .

“Non è tollerabile” denunciano da Cittadinanzattiva: “Se da una parte vediamo che i pronto soccorso sono ingolfati da richieste inappropriate dei cittadini che non hanno alternative sul territorio, in questo caso appare evidente che c’è un problema di carenze organizzative e di posti letto, visto che la signora poteva essere assistita in maniera adeguata solo in un reparto cosiddetto di “alta intensità” sostiene Giuseppe Scaramuzza, segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio che aggiunge: “La triste novità è che i Pronto soccorso sono diventati un reparto di degenza, a Roma più che mai”.

“Chiediamo che la Regione convochi con urgenza un tavolo di confronto anche con le organizzazioni civiche e di tutela dei pazienti per valutare il da farsi e prendere decisioni immediate su una situazione ormai drammatica” conclude la nota dell’Associazione.

Intanto l’Unione Nazionale Consumatori Lazio ha attivato uno sportello di assistenza legale  gratuita e di assistenza giudiziale e stragiudiziale finalizzate al risarcimento dei danni (biologico, patrimoniale, morale ed esistenziale) ai cittadini chehanno subito  danni a causa del malfunzionamento delle strutture sanitarie pubbliche o private. Lo Sportello è attivo ilmartedì e il giovedì, dalle ore 15 alle 17, in Via Cunfida n. 16 – Roma (tel. 06.37513801 – email: info@consumatori.info)

 

 

Comments are closed.