RC auto, Aneis denuncia: ddl concorrenza riduce risarcimenti per lesioni gravi

Il Disegno di Legge Concorrenza proposto dal Governo Renzi stabilisce una drastica riduzione dei risarcimenti per le lesioni gravi subite dalle vittime della strada. E nel frattempo crescono gli utili miliardari delle compagnie di assicurazione. E’ quanto denuncia Aneis, l’Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale, che ha inviato una lettera aperta a Simona Vicari, Sottosegretario per lo Sviluppo Economico, tra i promotori della riforma Rc Auto. rc-autoNella lettera al Sottosegretario Vicari, il Presidente di Aneis Giovanni Polato punta il dito contro la volontà di “ridurre drasticamente i risarcimenti che le Tabelle del Tribunale di Milano (adottate e consacrate dalla Suprema Corte di Cassazione) riconoscono alle vittime degli infortuni della strada”. “una volontà che grida vendetta a fronte degli utili miliardari che ogni anno le imprese di assicurazione incamerano nel settore della Rc Auto”. Come documentano i numeri estrapolati dal sito ufficiale dell’ANIA, infatti, nel 2014 i ricavi nel settore Rc Auto si attestano sui 16 miliardi di euro, a fronte di soli 2,8 miliardi di pagamenti e 4,6 miliardi di accantonamenti per riserve.

Il Presidente di Aneis racconta le storie di alcune vittime di gravi lesioni (che il Governo vorrebbe definire “lesioni di non lieve entità”) che a seguito di incidenti stradali hanno riportato invalidità permanenti e che per il resto della loro vita cercano disperatamente di recuperare quello che possono, sottoponendosi ad estenuanti sedute di fisioterapia.

“Cara Senatrice – conclude Polato – lasci in pace le vittime della strada, e lasci ai Tribunali il compito di stabilire il giusto risarcimento, che la Costituzione assegna loro questo compito”.

Comments are closed.