RcAuto, CdM approva ddl di riforma. Previsti sconti del 23%

RcAuto: arriva a tempo di record il disegno di legge sulla riforma. Dopo lo stralcio, appena ieri, dell’articolo 8 del decreto Destinazione Italia, oggi il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge di riforma che mira a ridurre i costi dell’assicurazione auto ricalcando alcune delle norme previste in precedenza e puntando alla riduzione dei prezzi. “Il totale delle riduzioni previste dal governo è del 23%. Esempio: chi pagava un premio RcAuto di 1.000 euro all’anno, avrà una decurtazione a 770 euro”, informa Palazzo Chigi.

Il disegno di legge è stato approvato su proposta del Ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato e ha l’obiettivo di “ridurre i costi dell’assicurazione auto, consentendo l’apposizione di alcune clausole contrattuali che mirano a vanificare le richieste fraudolente di risarcimento e ad assicurare riduzioni del premio assicurativo. Questo meccanismo abbasserebbe il prezzo finale per il consumatore, rispetto all’anno passato”.

Il ddl prevede una serie di sconti per i consumazioni e sanzioni per le assicurazioni. In particolare, viene previsto uno sconto del 7%, sulla media dei prezzi regionali, per l’applicazione della scatola nera, con una sanzione da 5.000 euro a 40.000 euro in caso di mancata pubblicità o comunicazione. Ci sarà uno sconto del 5% e del 10% per il risarcimento in forma specifica presso le carrozzerie convenzionate. Viene previsto uno sconto del 4% per il divieto di cessione del diritto al risarcimento, con una sanzione da 5.000 euro a 40.000 euro in caso di mancata pubblicità o comunicazione. Ancora: il ddl contempla uno sconto del 7% per prestazioni di servizi medico-sanitari resi da professionisti convenzionati con le imprese assicurative, con una sanzione da 5.000 euro a 40.000 euro in caso di mancata pubblicità o comunicazione. Secondo le stime di Palazzo Chigi, con questo meccanismo chi paga un premio RcAuto di 1000 euro l’anno potrà scendere fino a 770 euro annui, con uno sconto complessivo del 23%.

A stretto giro arrivano i primi commenti dei Consumatori, che ieri si erano divisi sullo stralcio dell’articolo 8. “Sosteniamo il disegno di legge del governo sull’RcAuto purché salvaguardi la libertà di adesione del consumatore e sia garantito un reale e obbligato sconto sulla polizza – afferma il Movimento Difesa del Cittadino – Questa decisione lampo del governo era assolutamente necessaria per regolamentare un settore come quello assicurativo dove la tutela del cittadino lasciava il posto a speculatori e discriminazioni troppo evidenti. Ci auguriamo che la nuova misura possa portare un reale cambiamento e vantaggi tangibili per i consumatori”.

Un commento a “RcAuto, CdM approva ddl di riforma. Previsti sconti del 23%”

  1. Francesco ha detto:

    Si parla sempre di diminuzioni del premio delle Assicurazioni, proprio ieri sono andato ad informarmi presso la mia assicurazione ( SARÀ ) quanto dovrò’ pagare a fine mese e mi è stato comunicato che dovrò pagare un aumento di circa € 70 perché ci sono tasse regionali, ma non siamo in Italia? Bisogna sottolineare che appartengo alla prima classe in quanto è da oltre 10 anni che non causo incidenti.