Roma e “l’upgrade” dei disagi dei trasporti sotto Natale: chiuse 3 fermate Metro A

Il Natale è davvero alle porte: altri 10 giorni e sarà la vigilia della festa più attesa dell’anno. Se un po’ ovunque si mette in conto di dover affrontare un po’ di traffico in più soprattutto per raggiungere le principali vie dello shopping, c’è un posto nel mondo dove la frenesia del Natale assume i caratteri di una vera epopea: Roma. La Capitale infatti che già durante l’anno non sfavilla per l’efficienza dei suoi trasporti pubblici, in questi giorni già così caotici per via degli acquisti in vista delle festività di fine anno e per il maggior flusso di turisti, sta affrontando un’ulteriore difficoltà. Le fermate della metro A di Spagna, Barberini e Repubblica sono infatti chiuse “per verifiche, guasti o disservizi delle scale mobili interne alle fermate”

In pratica il centro della città è impossibile da raggiungere, se si sceglie di passare sottoterra.

La logica conseguenza è che per fare una passeggiata in centro (senza contare i tanti romani e non che lavoro nell’ampia zona compresa tra le tre fermate chiuse) è inevitabile dover prendere il mezzo privato o, in alternativa, armarsi di tanta pazienza e imbarcarsi su uno degli affollatissimi autobus, affrontando il traffico che nelle ore di punta rende i tragitti lunghi il doppio (se non il triplo).

Romani, pendolari e turisti affrontavano già una situazione indegna per una capitale europea, ora la condizione è disastrosa”, commenta Legambiente.

“Che a Roma, nel cuore del centro storico siano chiuse 3 fermate della Metro A da giorni, senza alcuna chiarezza sui tempi di riapertura, è una vergogna”, dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio.

Siamo già in una città con mobilità collettiva in stato pessimo e abbiamo visto, solo negli ultimi mesi, bus in fiamme sulle strade, disservizi continui su Roma Lido e Roma Nord, tram che deragliano o che si scontrano con i trenini al Gianicolense o a Porta Maggiore, e paghiamo anche lo scotto di una rete di metropolitane completamente insufficiente per una città di enormi dimensioni come Roma. Ora le fermate centrali delle poche metro di Roma vengono chiuse per giorni e mesi interi, dimostrando l’inefficacia di una gestione che non sa garantire più la manutenzione adeguata e arriva addirittura a dover sospendere il suo servizio portante, in stazioni fondamentali di tre punti nevralgici della città”.

Comments are closed.