Stabilimenti balneari, O.N.F.: prezzi stabili e offerte fantasiose

Prezzi stabili – se non in lieve diminuzione – offerte e promozioni fantasiose. E’ iniziata così la stagione balneare 2013. E’ quanto emerge dal monitoraggio effettuato dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori secondo cui per contrastare il calo del potere d’acquisto, e delle presenze, i proprietari degli stabilimenti sono corsi ai ripari. Anche se – ammoniscono Federconsumatori e Adusbef – vista la condizione di profonda crisi del potere di acquisto delle famiglie ci saremmo aspettati, in realtà, una diminuzione dei prezzi più marcata.

Ombrellone, sdraio e lettino (solo per citarne i più gettonati) costano, quest’anno, in media 11 euro (11,25 nel 2012), 5 euro (5,25 e 13, 50 (stabile rispetto allo scorso anno). Per quanto riguarda le promozioni che consentono un risparmio anche del 50% si va dall’ombrellone condiviso tra più famiglie (in genere si concorda una turnazione oraria), alla cabina “in condominio” (divisa tra più famiglie), al rimborso del costo di ombrellone e lettino in caso di pioggia improvvisa, sconti e prezzi stracciati per i primi 20 clienti della giornata, ai lettini 3×2, all’ingresso a tempo (ad es. 10 ore da godere a piacimento nell’arco di una settimana), all’ingresso gratuito per i bambini, all’abbonamento settimanale che da diritto ad un ulteriore weekend gratis.

Per chi intende fare un abbonamento, inoltre, in molti casi è prevista la possibilità di pagamento a rate. Per quanto riguarda i servizi, oltre ai consueti lettini super-accessoriati, gazebo, connessione wifi, ginnastica acquatica e palestra, la novità di alcuni stabilimenti è il corso di inglese gratuito sotto l’ombrellone.

A chi, invece, preferisce la spiaggia libera,  Federconsumatori e Adusbef ricordano che chi è di passaggio non è in alcun modo tenuto a pagare l’ingresso agli stabilimenti.

Comments are closed.