Telefono fisso, dove sono le offerte? CRTCU le confronta

Le mode, si sa, dettano le abitudini e, di conseguenza, le offerte del mercato. Ad esempio oggi, secondo voi, è possibile attivare un servizio di linea telefonica fissa senza Internet incluso? Per fortuna è ancora possibile e non sono pochi gli utenti che ne hanno bisogno, a cominciare dagli anziani che non usano la rete e dai giovani che invece usano Internet in mobilità. Ma è molto difficile avere informazioni su queste offerte; addirittura sui siti di alcune compagnie telefoniche si trovano sotto il link “altre offerte”, relegate in un angolo poco visibile. Trascurate anche dal bombardamento televisivo e dal telemarketing.

Tanto che molti consumatori, non solamente anziani, si sono rivolte al CRTCU per sapere se esistessero ancora offerte di telefonia che non comprendessero l’adsl e, soprattutto, dove ci si potesse informare. L’Associazione dei consumatori ha quindi vagliato le proposte di 6 delle compagnie telefoniche più rappresentative sul mercato per permettere agli interessati di conoscere le offerte.

Il CRTCU ricorda che il prezzo non è tutto perché bisogna informarsi anche sull’efficienza del servizio clienti (se è gratuito, facilmente raggiungibile e se, in caso di guasti, interviene subito). Sarebbe cosa utile, poi, reperire la Carta dei Servizi, con tutte le indicazioni a riguardo. Inoltre, prima di scegliere la tariffa di verificare le nostre abitudini, ovvero quante telefonate facciamo al giorno, la durata, se chiamiamo più spesso i cellulari o all’estero.

Purtroppo dal confronto tariffario effettuato dal CRTCU non emergono grandi possibilità di risparmio tra una e l’altra offerta a meno che, ad esempio, non si abbiano amici o parenti in Europa occidentale, Canada o Usa, nel cui caso una tariffa flat, farebbe davvero la differenza. Altrimenti il prezzo va dai 15 ai 20 euro.

Attenzione alle offerte con i minuti calcolati in anticipo: alla fine del mese possono alzare la bolletta di diversi euro! Per il resto si nota che dove la tariffa mensile è più bassa, il costo delle chiamate ha almeno lo scatto alla risposta, o il costo verso i cellulari é abbastanza alto, oppure le chiamate non sono effettuate attraverso la linea fissa ma attraverso la rete GSM, che potrebbe non essere la stessa cosa in fatto di qualità del servizio.

Infine, nel caso in cui si voglia cambiare operatore, è bene ricordarsi di recuperare il codice di migrazione presente sulle bollette, chiamare la nuova compagnia e tenere duro, qualora vogliano farvi cambiare idea sull’offerta che si è scelta. Al momento della registrazione del consenso se il nome dell’offerta o i costi delle chiamate non coincidono con quanto si è scelto, bisogna interrompere subito e chiedere spiegazioni! Infine, segnalate all’Associazione l’addebito dei costi di disattivazione.

Comments are closed.