Trasporto aereo, Istat: aumentano i passeggeri. Bene i low cost

Nel 2011 i passeggeri del trasporto aereo sono aumentati del 6,4% rispetto al 2010. In particolare, sono aumentati del 7,7% i passeggeri trasportati su voli di linea, con incrementi significativi sia per i voli nazionali (+6,9%) sia per quelli internazionali (+8,4%). Lo rileva l’Istat nel report sul trasporto aereo in Italia secondo cui sono diminuiti, invece, del 14,5% i passeggeri sui voli charter sia nel traffico internazionale (-14,9%) sia, in misura più lieve, in quello nazionale (-7,6%). Gli aeroporti che registrano i maggiori incrementi nel numero di passeggeri trasportati sono Venezia (oltre 1,7 milioni in più, pari al +25,3%), Roma-Fiumicino (circa 1,5 milioni, +4,0%), Milano-Linate (circa 769 mila, +9,3%), Bergamo (circa 750 mila, +9,8%) e Palermo (circa 627 mila, +14,5%).

Nel 2011 per il complesso delle compagnie aeree, italiane e straniere, la percentuale di passeggeri che ha utilizzato voli low cost è pari al 46%, ma scende al 28% se si considerano solo le linee aeree italiane (meno due punti rispetto al 2010). Quindi se si guarda alla ripartizione del mercato italiano tra compagnie aree tradizionali e low cost, nel totale risulta che a fronte del 46% dei passeggeri trasportati su voli low cost c’é un 54% che ha usato i vettori tradizionali. Mentre, focalizzando l’analisi solo sulle linee italiane, per un 28% che ricorre a voli low cost c’é un 72% che preferisce le compagnie aree tradizionali. Inoltre l’Istat fa notare come per il complesso delle compagnie aeree, italiane e straniere, tra il 2003 e il 2011, la quota dei passeggeri trasportati su voli low cost sia raddoppiata, passando dal 23% al 46%.

Le principali destinazioni dei voli low cost effettuati da vettori italiani sono Sharm El Sheikh Ophira (273 mila passeggeri), Marsa Alam (169 mila passeggeri) e Londra Gatwick (122 mila passeggeri). La  rotta Roma-Catania è quella – rileva l’Istat – che ha visto incrementare maggiormente la sua quota di passeggeri: rispetto al 2010 sono 245mila passeggeri in più. Allo stesso tempo calano quelli che utilizzano la rotta Roma-Milano (meno 917 passeggeri).

Comments are closed.