UniCredit: 10 regole per difendersi dalle frodi online

Dal 2005  al 2012, a fronte di una crescita dei clienti online di oltre il 150% UniCredit ha registrato un calo delle frodi sull’home banking del 90%. Nel 2011 su 2,5 milioni di clienti, ha registrato una percentuale di frodati vicino allo zero,  trend confermato anche nel 2012 in controtendenza con quanto avviene nel contesto generale dove nel 2011 i clienti bancari frodati sono aumentati del 250% rispetto al 2010. Quello delle frodi online è un tema molto ‘caro’ ai consumatori e ad UniCredit che ieri ha incontrato i rappresentanti delle Associazioni dei Consumatori firmatarie di ‘Noi e UniCredit’, per illustrare le iniziative che la banca ha messo in atto per contrastare e prevenire tali fenomeni. Tra gli strumenti più innovativi messi a disposizione dei clienti, quelli per la generazione di password sicure (Token, Mobile Token), una crittografia tra le più sicure al mondo (criptare i dati significa alterarli ad hoc, per renderli leggibili e utilizzabili solo a chi possiede le chiavi di traduzione). Inoltre, il conto corrente e le carte di credito sono più sicuri grazie anche a una convenzione firmata tra il Ministero dell’Interno – Dipartimento della P.S. – e UniCredit che prevede lo sviluppo di un piano di interventi per la prevenzione e il contrasto degli attacchi informatici. Allo stesso tempo UniCredit ha deciso di attivare sul territorio una serie di azioni di educazione su banca diretta multicanale e sicurezza da frodi, insieme alle Associazioni dei consumatori.

Le 10 Regole d’oro per sfruttare al meglio la Multicanalità

Informati

  • Puoi effettuare tante operazioni sul PC, dal divano col tablet, in viaggio con lo  Smartphone
  • Non esitare a chiamare il Contact Center o a chattare per chiedere informazioni aggiuntive
  • Rispetta semplici e fondamentali accorgimenti per gestire il tuo conto nella massima sicurezza

Ricordati

  • Ricordati che hai i documenti della tua banca in un posto sicuro, su Documenti Online
  • Ricordati che Banca Via Internet richiede l’inserimento di una password dispositiva esclusivamente per confermare una transazione che tu hai disposto (bonifico, ricarica, ecc.)
  • Ritira, presso la tua Agenzia, i dispositivi di sicurezza

Diffida

  • Diffida sempre dalle email sospette –
  • Non fornire dati personali nei siti a cui si accede cliccando su un link contenuto in una email o direttamente nella mail
  • Diffida sempre delle richieste multiple di password, spesso è il modo utilizzato dai truffatori per venire in possesso delle password relative alle tessere consegnate dalle Banche

Proteggi

  • Proteggi il tuo PC con un software di protezione, che comprenda un firewall, un antivirus e un antispam
  • Stai attento agli sviluppi della Multicanalità (esempio Newsletter): sono opportunità per renderti la vita più facile

Comments are closed.