Via agli ecoincentivi, Supermoney: l’auto elettrica conviene?

Da oggi è possibile usufruire degli ecoincentivi a disposizione per l’acquisto di veicoli nuovi (non devono essere mai stati immatricolati, nemmeno all’estero, quindi, non possono essere “chilometri zero”) con emissioni di anidride carbonica fino a 120 g/km alimentazioni elettrica, ibrida, gpl o metano. I soldi messi a disposizione dallo Stato ammontano a 40 milioni di euro e sono rigidamente ripartiti per tipologia di acquirenti e di veicoli. Ma a conti fatti, l’auto ecologica è davvero conveniente per l’automobilista? SuperMoney, portale per il confronto dell’assicurazione auto, ha messo a confronto un’automobile a benzina con una vettura “verde”, analizzando tutte le principali voci di spesa. Le auto prese in considerazione sono la Citroen C-1, a benzina e la Citroen C-Zero, elettrica.

Assicurazione auto – Confrontando le polizze assicurative per queste due vetture, emerge che con l’auto elettrica è possibile risparmiare fin oltre il 30% sui costi assicurativi. Un guidatore 30enne residente a Milano, in 5° classe di merito, spenderà per assicurare la sua C-1 610 euro circa, contro i 405  necessari per assicurare la C-Zero.

Tasse – Passando alla voce “imposte”, si scopre che il risparmio arriva al 100% con l’auto elettrica: le quattro ruote alimentate a corrente sono infatti esenti dal bollo (nel caso delle C-1, pari a 129 euro annui) per un periodo di 5 anni. A partire dal sesto anno si paga soltanto il 75% dell’imposta, ma in alcune regioni è prevista l’esenzione totale permanente.

Alimentazione – I risparmi più consistenti riguardano l’alimentazione. Per la C-Zero, il costruttore stima costi pari a 1,5 € ogni 100 chilometri percorsi; con la C-1, ai prezzi attuali della benzina, si spenderebbero circa 8,6 € ogni 100 chilometri: il risparmio supera l’80%.

Altri vantaggi – I vantaggi economici dell’elettrico non si fermano qui: i veicoli “green” possono circolare liberamente e gratuitamente nella maggior parte delle Zone cittadine a traffico limitato (per chi vive a Milano, per esempio, questo si traduce in un risparmio dai 2 ai 5 euro al giorno per circolare nell’area C), hanno accesso alle corsie preferenziali e non subiscono lo “stop” nelle giornate ecologiche indette dai Comuni. In molte città anche i parcheggi sulle strisce blu sono gratuiti per i veicoli ecologici.

Complessivamente, sommando tutti i vantaggi economici dell’auto elettrica, si possono arrivare a risparmiare fino a 1.000 euro all’anno.

Prezzo d’acquisto – La nota dolente dei veicoli green rimane però il prezzo di listino. Nel caso della C-Zero (28.321 €) è pari a tre volte il costo della C-1 (9.550 €) e lo stesso vale per gli altri modelli di auto elettriche, il cui prezzo è pari almeno al doppio del loro corrispettivo a benzina: per esempio la Peugeot iOn, elettrica, ha un prezzo di 28.318 contro i 9.850 euro della Peugeot 107, a benzina; la Nissan Leaf alimentata a corrente costa 35.500 euro, mentre la Nissan Micra a benzina si ferma a 11.060 euro; per acquistare l’elettrica Renault Fluence bisogna spendere 28.500, mentre per la Renault Laguna (diesel) ne bastano 26.550.

Un commento a “Via agli ecoincentivi, Supermoney: l’auto elettrica conviene?”

  1. Gianfranco ha detto:

    Ammesso che si arrivi a risparmiare circa 1.000€ / anno, ci vorranno circa 20 anni per ammortizzare la differenza di costo… un vero affare!