ADR, ok della Commissione Politiche UE del Senato a decreto

Ok della Commissione Politiche dell’Unione Europea del Senato al decreto legislativo n. 165 di attuazione della normativa europea sulla risoluzione alternativa delle controversie (ADR) per i consumatori (direttiva 2013/11/UE). La direttiva prevede che i consumatori europei possano rivolgersi a organismi di risoluzione alternativa delle controversie per tutti i tipi di dispute riguardanti obbligazioni contrattuali derivanti da contratti di vendita o servizi, sorte tra consumatori e professionisti stabiliti nell’Ue, in ambito nazionale o transfrontaliero, sia offline che online.

Tutti gli organismi ADR devono soddisfare criteri di qualità tali da assicurare un operato efficace, equo, indipendente e trasparente, al fine di perseguire il miglioramento della fiducia dei consumatori, da un lato, e della reputazione delle imprese, dall’altro.

Nella seduta di ieri della Commissione di Palazzo Madama, la senatrice Nadia Ginetti ha illustrato lo schema del decreto ed ha presentato uno schema di osservazioni favorevoli con un rilievo, che sono stati approvati. Il recepimento definitivo del provvedimento nell’ordinamento italiano deve avvenire entro il 9 luglio 2015.

Comments are closed.