Quote latte, Catania invita a non sforare nella produzione

“È importante che gli operatori del settore lattiero-caseario facciano un ultimo sforzo di contenimento della produzione fino al 31 marzo prossimo, confermando il senso di responsabilità fin qui dimostrato. I dati infatti indicano che gli allevatori hanno raccolto, nei mesi scorsi, l’invito a contenere la produzione, ma è necessario proseguire così fino alla fine della campagna”. Con queste parole il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania commenta i dati Agea che al 31 dicembre, pur registrando una diminuzione della produzione, rendono ancora possibile uno splafonamento sulle quote latte spettanti all’Italia che va assolutamente evitato entro il 31 marzo, data di chiusura della campagna annuale.L’intervento del ministro Catania segue la presa di posizione di Guido Tampieri, direttore di Agea, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura, incaricata della riscossione delle sanzioni per gli allevatori che hanno prodotto latte eccedendo le quote assegnate, che nelle scorse settimane ha firmato una determina che impedisce agli “splafonatori” – così sono definiti i produttori multati – il ricorso ad agevolazioni e sanatorie nel rendere quanto dovuto all’erario.

Comments are closed.