CdM affronta deleghe su sanità e sicurezza alimentare e cambio di residenza

Approvato un disegno di legge sull’assestamento di bilancio 2012 e un disegno di legge con le deleghe in materia sanitaria e di sicurezza alimentare. Rinviata l’approvazione definitiva della riorganizzazione della Croce Rossa. Approvato un regolamento per il cambio di residenza in tempo reale. Sono alcuni dei provvedimenti adottati oggi dal Consiglio dei Ministri.

Il CdM, informa la nota ufficiale di Palazzo Chigi, ha esaminato due disegni di legge relativi al rendiconto sul bilancio 2011 e all’assestamento del bilancio 2012, che devono essere presentati alle Camere entro il 30 giugno di ogni anno. Il secondo disegno di legge è stato approvato. Ha inoltre iniziato l’esame del rendiconto finanziario in attesa del giudizio di parificazione della Corte dei Conti. L’esame sarà terminato dopo la pronuncia dei giudici contabili attesa per giovedì 28.

Al fine di anticipare la chiusura della fase emergenziale post-terremoto in Abruzzo, il Consiglio dei Ministri ha condiviso la proposta del Ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca di predisporre un testo normativo che restituisca le adeguate competenze agli Enti locali, dando certezza e trasparenza su tempi e qualità della ricostruzione.

Fra le materie su cui si è intervenuto, si segnala l’approvazione di un disegno di legge con le deleghe in materia sanitaria e di sicurezza alimentare. Le deleghe riguardano il riordino degli enti vigilati dal Ministero della Salute, che viene prorogato al 31 dicembre 2012; l’adozione di un testo unico della normativa vigente sugli enti vigilati dal Ministero della Salute, con l’introduzione del criterio direttivo del coordinamento con la natura giuridica, le funzioni, il patrimonio e i finanziamenti degli enti e una limitata facoltà di aggiornamento delle funzioni; il riassetto della normativa in materia di sicurezza degli alimenti e dei mangimi e per l’attuazione dei regolamenti europei di settore.

I principi della delega sono: la semplificazione e il coordinamento della normativa vigente; l’omogeneizzazione dei settori concernenti la sicurezza alimentare; la semplificazione del linguaggio normativo; la razionalizzazione dell’apparato sanzionatorio; il raccordo e coordinamento tra i diversi soggetti coinvolti nell’attività di controllo ufficiale; la riorganizzazione del sistema nazionale dei controlli; il coordinamento tra gli uffici periferici delle amministrazioni competenti in materia di sicurezza alimentare e mangimi.

Altro tema affrontato è il cambio di residenza in tempo reale. Il regolamento deliberato dà attuazione all’istituto del “cambio di residenza in tempo reale”, approvato con il decreto “Semplifica Italia”. In particolare, sulle modalità di presentazione delle dichiarazioni anagrafiche, il regolamento prevede che la registrazione da parte dell’ufficiale d’anagrafe debba essere effettuata entro due giorni lavorativi successivi alla presentazione. Gli effetti giuridici delle dichiarazioni anagrafiche e delle corrispondenti cancellazioni decorrono dalla data della dichiarazione. I controlli sulla sussistenza effettiva dei requisiti vengono effettuati nei 45 giorni successivi alla registrazione.

Il CdM ha inoltre avviato la discussione sulla versione definitiva del provvedimento di riordino strutturale e organizzativo dell’Istituto superiore di sanità, degli Istituti zooprofilattici sperimentali, dell’Agenas e della Lega Italiana per la lotta ai tumori. L’esame verrà ripreso alla prossima riunione del Consiglio dei Ministri.

Comments are closed.