Acea Energia, Codici denuncia: continuano disservizi sulle bollette

Gli utenti di Acea Energia si trovano coinvolti in una confusione sulle bollette, che va avanti dall’estate scorsa. C’è chi non riceve le bollette da agosto, chi sta ricevendo due bollette a distanza di pochi giorni l’una dall’altra e chi riceve fatturazioni basate su consumi stimati, nonostante la presenza del contatore elettronico. E’ quanto denuncia Codici che sottolinea come gli utenti siano ormai esasperati da disservizi e criticità che permangono da diversi mesi.

Sono tanti i cittadini che scrivono all’Associazione lamentando di non aver ricevuto alcuna fattura da agosto 2011 e, nonostante i solleciti effettuati sia agli sportelli Acea sia al numero dedicato ai consumatori, l’azienda tace. Altri utenti segnalano l’arrivo di bollette la cui fatturazione è basata su letture stimate, con consumi che in alcuni casi sono gonfiati.

Esternalizzare il sistema di fatturazione non ha dato quindi i frutti sperati – commenta Luigi Gabriele, Responsabile Rapporti Istituzionali del Codici –  I danni e i disagi ai consumatori sono ingenti e perdurano da mesi. Ci dispiace dirlo ma una delle poche cose funzionati ad Acea era proprio il vecchio sistema di fatturazione, gestito interamente dall’interno dell’Azienda. Ora il caos regna sovrano, né gli operatori pagati per soddisfare le istanze degli utenti in difficoltà sono in grado di fornire risposte certe e puntuali”.

Ci sono utenti che, dopo diversi mesi di silenzio, si vedono recapitare conguagli inaspettati a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro. Nonostante l’azienda stia fatturando il consumo reale, in bolletta continua ad essere addebitato anche il consumo presunto degli ultimi mesi. E il consumo stimato è molto più elevato della media di quello reale. “Insomma – conclude Gabriele, invitando i cittadini a contattare  l’Associazione in caso di disservizi – Acea non vuole proprio smettere col vizietto di gettare in confusione gli utenti riservando loro amare sorprese”.

Comments are closed.