Acquirente Unico, best practice europea

L’Unione Europea ha riconosciuto l’Acquirente Unico come una best practice per lo sviluppo del mercato in quanto sostiene «un modello di mercato nel pieno rispetto delle direttive europee, supportando con successo lo sviluppo del mercato al dettaglio».“Il riconoscimento va al Sistema Paese – ha commentato Paolo Vigevano, presidente e amministratore delegato di AU – è una significativa attestazione internazionale di un contesto normativo e organizzativo che punta ad assecondare e favorire lo sviluppo armonico del mercato energetico nel pieno rispetto della concorrenza e della tutela dei consumatori. Tanto che, ormai da mesi, Autorità di regolazione ed enti energetici pubblici di diversi Paesi, non solo europei, stanno studiando il modello di tutela vigente in Italia”.

Il documento è stato redatto da un gruppo di lavoro della Commissione Europea (DG-Sanco e DG-Energy) che ha analizzato gli aspetti di trasparenza e chiarezza delle offerte commerciali durante la fase precontrattuale ritenendo fondamentale il facile confronto delle informazioni contenute nelle proposte commerciali di energia elettrica da fonti tradizionali e quelle di energia verde; le politiche di marketing e vendita dei contratti di energia elettrica e gas in relazione alla trasparenza delle offerte; lo stato dell’arte del mercato energetico europeo.

Comments are closed.