Black out per il maltempo, Federconsumatori minaccia azioni di classe

Oltre ai disagi alla circolazione su strade e rotaie, il maltempo sta causando numerose interruzioni della corrente elettrica. Interi comuni interessati da back out per diversi giorni. Sono centinaia le telefonate che stanno arrivando alla Federconsumatori: cittadini che chiedono all’Associazione di intervenire a tutela del diritto del cliente alla fornitura dell’elettricità.

“Non c’è giustificazione – afferma il Presidente Federconsumatori Rosario Trefiletti – è inconcepibile e inammissibile, che nel 2012 interi paesi sparsi sul territorio nazionale siano vittime di interruzioni della corrente per più di tre giorni, sembra di essere tornati nel medioevo.” La Federconsumatori chiede pertanto all’Autorità per l’Energia di avviare con urgenza un’approfondita indagine per accertare gli errori e le inefficienze dell’operato delle imprese elettriche di distribuzione nella gestione dell’emergenza per comminare rapidamente le doverose multe e fornire ai consumatori la prova della responsabilità delle imprese.

“La neve è un evento naturale e le previsioni che ne preannunciano la caduta e l’intensità sono emanate per permettere ai distributori di elettricità di attrezzarsi adeguatamente per contenere nel più breve tempo possibile la durata delle interruzioni di fornitura dell’elettricità – sottolinea Trefiletti – Interruzioni che, comunque, non devono superare gli standard di tempo massimo fissati dall’Autorità per l’Energia, che sono anche la soglia  oltrepassata  la quale, il consumatore ha diritto all’indennizzo oltre che al risarcimento degli ulteriori danni che verranno richiesti alle Società erogatrici dell’Energia Elettrica”. Federconsumatori sta predisponendo azioni di classe per conseguire l’effettivo ristoro per i danni subiti dai malcapitati cittadini, ulteriori rispetto agli indennizzi dovuti.

Comments are closed.