Bolzano, CTCU: in tre anni spesa gas aumentata del 15%

1213 euro annui contro i 1060 del 2008. E’ quanto spende una famiglia di Bolzano per il consumo annuo di gas metano: il CTCU ha messo a confronto le tariffe attuali con quelle del 2008 considerando lo stesso consumo annuo (1400 metri cubi di gas metano). Secondo l’Associazione è possibile risparmiare utilizzando il calcolatore “TrovaOfferte” dell’Autorità (AEEG): per la zona di Bolzano, emerge che, scegliendo un’offerta alternativa sul “mercato libero” sono possibili risparmi di spesa fra i 10 e i 102 euro.Per tutte le offerte di gas, nel TrovaOfferte la spesa annua stimata è indicata utilizzando un valore convenzionale di cd. Potere calorifico superiore (PCS) del gas pari a 38,52 megajoule per metro cubo standard (Smc). Il Potere calorifico superiore rappresenta l’energia che si ricava dalla combustione di uno “standard metro cubo” di gas e dipende dalla qualità di gas distribuito nelle varie località del Paese. Nelle bollette pagate dai consumatori il valore del PCS della località in cui si trova la fornitura può essere (e di norma lo è) diverso dal valore PCS usato convenzionalmente dal TrovaOfferte e quindi, per questo motivo, il prezzo del gas fatturato in bolletta può risultare leggermente diverso da quello visualizzato nel TrovaOfferte.

“Attenzione dunque sempre al controllo dei valori di consumo e di costo indicati nelle bollette. Importante è conoscere sempre il proprio consumo, in particolare quello della stagione più fredda. Per questo è utile imparare a leggere di tanto in tanto il proprio contatore e tenere nota delle autoletture, che possono essere anche comunicate al venditore per una migliore e più precisa predisposizione delle bollette” avverte il CTCU che aggiunge: “Nel controllare le bollette è utile anche fare attenzione alla corretta applicazione del cosiddetto “coefficiente C” o “fattore di conversione C”. Si tratta di un valore che corregge i volumi di gas misurati sui contatori, trasformandoli da metri cubi (mc) a metri cubi standard (Smc). Questo perché una medesima quantità di gas di un certo luogo occupa un volume diverso da quello che occuperebbe se fosse consegnata in un’altra città, a seguito della diversa pressione e temperatura atmosferica dei due luoghi. In alcuni casi, il CTCU ha scoperto in passato errori nel calcolo di detto “coefficiente”, con ovvi svantaggi per le tasche dei consumatori interessati”.

In conclusione il CTCU ricorda che per famiglie numerose e/o bisognose si ricorda ancora la possibilità di richiedere l’applicazione del cd. bonus gas, che prevede una riduzione nel costo della bolletta. L’ammontare del bonus gas per il 2012, per una famiglia fino a 4 componenti, in zona climatica “E” (Bolzano ad es.) varia dai 35 euro/anno (acqua calda e/o cottura), ai 138 euro/anno (riscaldamento) ai 173 euro/anno (acqua calda + riscaldamento). Valori maggiori sono previsti per le famiglie con più di 4 componenti.

Comments are closed.