Contratti energia falsi, MDC: Tribunale conferma, il consumatore non deve pagare

Il contratto di energia è falso? La fornitura di elettricità e gas non è stata richiesta? Il consumatore non deve pagare nulla. Questo quanto stabilito dal Tribunale di Benevento, che ha respinto l’appello proposto da Enel Energia contro una sentenza del Giudice di Pace che aveva dato ragione ad un associato MDC cui erano pervenute svariate bollette per una fornitura di gas rivelatasi attivata con un contratto falso. Afferma il Movimento Difesa del Cittadino: “Un’altra importante  vittoria sul fronte dei contratti falsi ai danni degli utenti”.

Nella Sentenza del 17 marzo 2017, spiega l’associazione, il Giudice ha ribadito che “il consumatore non è tenuto ad alcuna prestazione corrispettiva in caso di fornitura non richiesta e in ogni caso, l’assenza di risposta non implica il consenso”. “Di particolare importanza – commenta Francesco Luongo, presidente del Movimento Difesa del Cittadino – il fatto che il Tribunale abbia ribadito il principio di diritto del Codice del Consumo, ritenuto valido anche prima della riforma del 2014, per cui nulla deve il consumatore in caso di mancata sottoscrizione del contratto e tanto non può in alcun modo essere limitato dall’ipotetico indebito arricchimento di energia, derivante dall’uso della fornitura da parte dell’utente”. Si tratta di una decisione, spiega ancora Luongo, che “contraddice quanto stabilito dalla Autorità per l’Energia relativamente all’obbligo per l’utente di pagare comunque l’energia consumata detratta della sola quota del venditore. L’AEEGSI deve comprendere che in mancanza di qualsiasi prova in ordine all’effettiva sussistenza di un accordo tra l’azienda e l’utente, nessuna prestazione corrispettiva può essere richiesta per la fornitura del servizio ricevuto nel periodo in contestazione”.

 

2 Commenti a “Contratti energia falsi, MDC: Tribunale conferma, il consumatore non deve pagare”

  1. Rinaldin Franco ha detto:

    La decisione del Tribunale mi pare molto ovvia però io a questi falsi fornitori darei anche una grossa multa ed una forte diffida a non farlo più pena la galera e se non ci sono galere sufficienti li manderei in qualche casa abbandonata a riflettere sul loro illegale comportamento.

  2. Lino ha detto:

    Scusate per la domanda, visto che molti fornitori fanno contratti tramite telefono,quindi senza firma di contratto, tali contratti sono validi?