Energia, Federconsumatori: basta incentivi alle imprese a danno degli utenti

Per incentivare la competitività delle imprese energivore, vale a dire quelle che per alimentare il proprio ciclo produttivo impiegano grossi quantitativi di energia, il Governo uscente ha disposto uno sgravio fiscale a favore di queste ultime per 600 milioni di Euro. A darne notizia è Federconsumatori secondo cui “lo sgravio sarà pagato dai cittadini tramite un aumento degli oneri conteggiati in bolletta, determinando un rincaro stimato intorno al 2%”.

“Dopo tre anni consecutivi di incredibili aumenti sulle bollette di energia elettrica e gas, che hanno raggiunto i livelli più elevati dal dopoguerra, proprio ora si iniziava a registrare un assestamento ed addirittura una lieve diminuzione dei costi. Ma la speranza di veder diminuire gli importi delle bollette è durata pochi istanti” aggiunge l’Associazione che sottolinea come il nuovo provvedimento farà “crescere ulteriormente il peso della componente “oneri di sistema” sulla bolletta, già pari al 20%, vale a dire l’impatto più elevato in Europa”.

Federconsumatori fa appello al Governo affinché questa misura non trovi applicazione e perché si studino altri modi per incentivare le imprese in difficoltà, senza intaccare minimamente il potere di acquisto delle famiglie già in forte difficoltà economica.

Comments are closed.