Osservatorio, efficienza energetica: l’86% degli italiani punta al risparmio

Risparmiare su luce e gas è un’esigenza comune a numerose famiglie italiane. Nel momento in cui valutiamo l’offerta migliore per la fornitura energetica dobbiamo tenere conto delle nostre esigenze personali in modo tale da evitare dannosi sprechi ed elevati importi in bolletta. In questi casi possiamo porre le tariffe gas e riscaldamento a confronto, modalità che ci permetterà di individuare velocemente l’opzione migliore.

 

Quando ci accingiamo a scegliere la compagnia per l’energia dobbiamo considerare le tariffe biorarie e i pro e contro delle tariffe “tutto incluso” che prevedono un costo fisso mensile considerando che chi si trovasse ad aver consumato più di quanto incluso nel contratto, sarà soggetto all’applicazione di un costo sul consumo extra, che può rivelarsi essere anche molto salato.

 

Altre vantaggiose possibilità di risparmio provengono dalle fonti rinnovabili. Gli italiani sono sempre più “eco”, sia perché hanno a cuore l’ambiente, sia perché stanno attenti al portafoglio. L’86% dei consumatori vorrebbe riuscire ad ottenere un risparmio economico, oltre che una riduzione delle emissioni inquinanti, dalla propria fornitura di riscaldamento. A indagare sulle intenzioni dei consumatori italiani in fatto di risparmio sui costi dell’energia legata a gas e riscaldamento è Honeywell Environmental Control (EVC Italia).

 

Si tratta di un’azienda leader nella progettazione e realizzazione di soluzioni di gestione del comfort e dell’acqua per il mercato residenziale, grazie alla collaborazione con  Consulting Marketing & Inustrieberatung GMBH, società tedesca specializzata in ricerche di marketing e consulenza.

 

Lo studio ha suddiviso il campione, un totale di 1800 intervistati, in 4 categorie: Ambientalisti, Risparmiatori, Cercatori di convenienza, e “Peace-of-Mind”  (ovvero coloro che non vogliono complicazioni). Il risultato ha visto i Risparmiatori classificarsi al primo posto (45,3%), seguiti da i Cercatori di convenienza (27,2%). Spettano invece agli Ambientalisti e ai Peace-of-Mind gli ultimi due posti, con una percentuale rispettivamente del 17,4% e del 10,1%.

 

A differenziare la tipologia di consumo intervengono diversi fattori. Innanzitutto il sistema di riscaldamento utilizzato: quello maggiormente diffuso è la caldaia a gas o gasolio (84%), seguito dalle pompe di calore (18%). A questo fattore si affiancano poi anche tempo di accensione e temperatura impostata: il 69% degli italiani utilizza un termostato che regola la temperatura su tutta la superficie domestica; molto utilizzato anche un sistema di regolazione mediante valvole collegate ai radiatori. Un esiguo 6% del campione ha dichiarato di non utilizzare alcun tipo di sistema di gestione, né di accensione e spegnimento né di regolazione della temperatura.

 

Che simili accorgimenti siano fonte di guadagno per le tasche degli italiani, oltre che di tutela per l’ambiente è certo. Chi volesse ottenere il massimo risparmio sulla bolletta gas deve però scegliere la tariffa di gas e riscaldamento più adatta alle proprie esigente, consultando il servizio di confronto energia di SuperMoney, che permette di trovare le migliori tariffe gas o energia elettrica tra quelle presenti sul mercato. Eni, Edison e Sorgenia sono solo alcune delle società confrontate.

 

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

 

Comments are closed.