Osservatorio: Quinto Conto Energia, posticipata la Conferenza Unificata prevista per il 31 maggio

Scegliere la tariffa per l’energia è essenziale per le famiglie italiane, risparmiare su luce e gas, oltre a consentirci di ridurre i costi comporta anche una riduzione delle emissioni dannose. Al fine di trovare in pochi minuti la soluzione ottimale possiamo porre le tariffe per l’energia elettrica a confronto tenendo conto anche delle nostre personali esigenze.

Per quanto riguarda le tariffe per l’elettricità, i tempi per il Quinto Conto Energia si stanno allungando sempre più. La Conferenza Unificata delle Regioni, prevista per il prossimo 31 maggio è stata posticipata di almeno una settimana, provocando in questo modo lo slittamento per il varo dello stesso Quinto Conto Energia e di tutti i decreti da esso previsti, atti a regolare le incentivazioni dell’energia elettrica prodotta con il fotovoltaico.

Il “testimone” era in questi giorni in mano alle Regioni, chiamate ad esprimere il proprio parere sui decreti proposti dal governo con il Quinto Conto Energia. Il passo successivo sarebbe stato l’approdo dei decreti alla Conferenza Unificata, prevista inizialmente per la giornata di domani, ma rimandata adesso al 6 o 7 giugno. Si tratta ovviamente di una notizia inaspettata e per nulla positiva, almeno per gli operatori del settore, che, scoraggiati da una situazione fatta di troppa incertezza, potrebbero rinunciare a effettuare eventuali investimenti in programma.

Non resta ora altro da fare se non attendere che i ministeri svolgano il loro lavoro, pronunciandosi il prima possibile. Rimangono comunque su una posizione un po’ “fatalista” le associazioni, che temono di trovare nelle future decisioni governative un ulteriore impedimento.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

Comments are closed.