Robin tax sui consumatori, Adiconsum: ecco le ‘strategie’ delle Aziende

La notizia emersa dalla Relazione dell’Autorità per l’energia elettrica ed il gas secondo cui le aziende energetiche hanno scaricato la Robin tax sulle bollette ha fatto molto discutere nei giorni scorsi. Tuttavia un aspetto era ancora sconosciuto: come facevano le aziende ad aggirare il divieto imposto dalla legge di traslare quanto versato sui prezzi al consumo? A spiegarlo oggi Pietro Giordano, segretario generale Adioconsum: “Le strategie sono state le più varie. A cominciare dalla modifica del proprio assetto societario, seguita dal ricorso ad imposizioni sostitutive fino alle aggregazioni delle attività prettamente energetiche con quelle di altri settori per non raggiungere la soglia dei ricavi che le avrebbe sottoposte al pagamento dell’addizionale Ires”.Tutto questo – continua Giordano – è scandaloso e vergognoso. Le famiglie, oltre ad una pressione fiscale senza precedenti, devono assistere anche all’arricchimento di alcune aziende che si chiamano fuori dal dare il proprio contributo solidale e solidaristico al Paese.

Adiconsum conclude chiedendo all’Authority di rendere noti i nomi delle aziende che hanno operato rifacendosi sui consumatori, aziende prive di etica e di professionalità aziendale che hanno arrecato grave danno ai consumatori, ma anche alle aziende sane che, rispettose della legge, hanno pagato la loro quota.

Un commento a “Robin tax sui consumatori, Adiconsum: ecco le ‘strategie’ delle Aziende”

  1. gaetano ha detto:

    non mi pare una proposta da trascurare,ma mlto ideale.Sono interessato a sapere il prosieguo,non perdetela di vista.grazie