Case-vacanze, blitz della Finanza: a Lignano Sabbiadoro evasi 6 milioni di euro

Blitz delle Fiamme Gialle contro il fenomeno delle case vacanze affittate in nero: nell’operazione “Black House” sono stati coinvolti 400 contribuenti, tra persone fisiche e agenzie. Solo nella zona di Lignano Sabbiadoro sono stati censiti circa 27mila immobili, di cui 16mila apparentemente inutilizzati, e grazie a un database appositamente realizzato, sono state individuate 1.024 case affittate a vacanzieri in nero. Soltanto nella zona evasi quasi 6 milioni. Nel mirino dell’operazione . 

“Il caso di Lignano Sabbiadoro è solo l’ultimo in ordine di tempo di un fenomeno che ha raggiunto proporzioni notevoli e che pone un problema nazionale da affrontare con azioni robuste e condivise” commenta il presidente dell’Aigo-Confesercenti, Agostino Ingenito. “E’ da tempo che come rappresentanti nazionali della categoria extralberghiera denunciamo le azioni truffaldine compiute da soggetti senza scrupoli – sottolinea Ingenito – e più volte abbiamo lanciato moniti anche verso i portali di prenotazioni online che ospitano annunci di affitto di immobili turistici senza la dovuta verifica. Auspichiamo che le dimensioni ormai raggiunte da questo fenomeno portino finalmente alla costituzione di un tavolo di confronto al Mibact con i rappresentanti delle forze dell’ordine, la Guardia di Finanza, l’Agenzia delle Entrate ed i rappresentanti di categoria. Appare infatti necessario, a questo punto –conclude il presidente di Aigo – individuare un modello univoco che chiarisca modalità di gestione delle strutture ricettive extralberghiere condotte nella formula di integrazione del reddito ed individuare percorsi condivisi per supportare il settore che rappresenta un volano significativo di sviluppo economico diffuso”.

Comments are closed.